15 luglio 2006. il computer quale mezzo di allontanamento dell’umanità da Dio;……. dalla superstizione alla magia.

Padova, 15 luglio 2006.
Cari  figli.
Ascoltate la voce di una madre che piange dall’alto  dei cieli, per  ciò che vede e per come va il mondo.
Il  demonio vi ha portato via la  mente e a moltissimi anche il cuore  con questa macchina infernale che allontana  i figli degli uomini  dalla voce di Dio. Non abusatane, dedicate una buona parte  del  vostro tempo alla meditazione e alla contemplazione delle sacre  scritture e  alla preghiera lì sono racchiusi i misteri del Signore,  pregate per la salvezza  delle vostre vite e di quanti ad ognuno  di voi si affidano, pregate per la  chiesa che il Signore tolga  il marcio da essa, per renderla pura, che dia la  forza ai sacerdoti  di rimanere saldi nella fede e nella parola di Gesù mio  figlio.
I  tempi, sono maturi, gli angeli del Signore presto mieteranno la  messe.
Pregate figli del mondo pregate affinché Dio vi dia  la forza di  seguire la strada del Signore nella vostra vita quotidiana,  non potete essere  cristiani solo quando andate alla messa; essere  seguaci di Gesù ed essere i suoi  figli significa manifestare  apertamente la fede ovunque, fare la sua volontà,  nella vita  di tutti i giorni, applicare le leggi di Dio Padre, in qualsiasi  situazione, nel lavoro, nella politica, in casa, tra gli amici,  per la strada,  al mercato, in vacanza, tra sposo e sposa, tra  fratelli, oltre a ciò dovete  portare la parola di Gesù, con  fierezza, senza temere rimproveri alcuno, dovete  imparare a soffrire  ed amare in silenzio e non fate come gli ipocriti che voglio  a  tutti costi mostrare il loro stato di prostrazione, per far credere  di essere  i migliori, siate voi stessi. E se digiunate non fatelo  sapere al mondo intero,  è già abbastanza che siamo Noi a saperlo.  Questo significa essere cristiani, non  solo come fanno molti che  seguono Mio figlio, solo per proprio tornaconto o  vanno alla messa  per abitudine, senza realmente capire quale sia il messaggio  che  quella parola porta in se, molti si recano ai statuari o in pellegrinaggio,  solo per superstizione, figli ricordatevi che questa cosa non  appartiene a Dio,  ma a Satana. Abbandonate la via della superstizione,  che è la porta sempre  aperta al maligno, chi è così presto  cadrà nelle sue spire. Abbandonate questa  via, non ci sono cose  che possono farvi del male se in voi c’è la convinzione  forte  che vive il mio Signore. La superstizione è il male antico come  il mondo,  è una delle grandi cause della perdita delle anime,  distruggete questo male con  la vostra volontà, solo con la fede  e la volontà potrete estirpare da voi la  zizzania che soffoca  il buon grano. Quando l’uomo pensa che certe cose che gli  vengono  dette siano vere, ecco che Satana agisce in modo tale da fargli  credere  che tali cose siano realmente possibili, non credete figli,  Satana è maestro  d’inganni, e nessun uomo sulla terra può  competere con lui, il sale che rende  buone le cose da magiare;  e benedetto fa il suo buon lavoro nel liberare gli  uomini dal  male, esso non ha altro valore; se pensate che gettarlo a destra  o  sinistra sia segno di sventura o fortuna non credete, non è  vero, è solo uno  spreco di un cibo che potrebbe servire per ben  e altre cose molto più utili,  così figli per tutto il resto.  Moltissimi uomini credono nella magia, figli cari  dalla superstizione  alla magia il passo è brevissimo, chi è superstizioso spesso  finisce  per cadere nella rete della magia, ma cos’è questa parola oscura,  cosa  si nasconde dietro a questo, se la superstizione è il credere  in cose non vere,  o meglio dire, in realtà proposte dal maligno  come vere, la magia amplia questa  funzione e porta chi crede nella  superstizione a compiere atti malvagi contro il  prossimo e contro  se stesso, si figli la magia qualsiasi essa sia, che la  chiamiate,  è un atto evocatorio che tenta di utilizzare le forze oscure della  creazione al fine di ottenere benefici o malefici. Ma quella che  tutta l’umanità  usa da millenni, è quella oscura proposta  e promossa da Satana, è lui che vi fa  credere di essere in grado  di manipolare le forze oscure. No! Figli cari egli  promuove verso  di voi solo un’illusione, è lui che compie tutto per voi, per  vostra volontà, ma quando agite così ricordatevi che siete già  preda di Satana,  cioè vi siete già dati a lui, che avete negato  il mio figlio Gesù e per Satana  questo è una grandissima conquista. Figli cari allontanatevi da  questa arte diabolica  che vuole solo il vostro male e quello di Dio, cari figli,  la  magia è un male immenso che abbraccia tutto il mondo, vi sono nazioni  che  l’accolgono come se fosse cosa utile e tutti coloro che  nel momento della loro  dipartita saranno trovati in peccato saranno  annientati se non si ravvedranno  prima, solo coloro che hanno  in se il sigillo del battesimo in Gesù mio Figlio,  avranno la  possibilità di salvarsi. Ma non pensate cristiani che avendo il  battesimo, per voi sia più facile, avete una possibilità in  più di essere  salvati, ma se non farete la volontà di mio figlio  Gesù, anche per voi ci sarà  grande sofferenza e stridore di  denti e per taluni anche la dannazione eterna.  Quindi figli del  mondo se volete la vostra salvezza e quella dell’umanità,  pregate  perché Gesù è l’unico che può salvarvi, è l’unico che può  tutto.
Satana usa ogni sotterfugio, per farvi credere  cose non vere.  Il Signore si manifesta solamente in cose sacre,  nelle eucaristie, negli oggetti  sacri, nelle immagine sacre che  ci rappresentano(qui bisogna fare a attenzione,  perché alle volte  Satana può manifestarsi come il Signore e la Madre  Santissima),  alle volte nella natura e sugli esseri umani, nei suoi segni  semplici  delle sua passione, non scritte, non cose strane.

Vi  benedico figli assieme  al mio figlio Gesù +

Il potere dei simboli.

Il potere dei simboli.

 

Fin dalla notte dei tempi l’uomo ha voluto crearsi dei simboli per svariati usi, sopratutto di tipo distintivo, poi subentrarono simboli sempre più complessi. Ma solo nelle tradizioni di tipo esoterico, magico e religioso, essi hanno avuto la loro massima espressione, in tutte le culture del mondo, abbiamo simboli dai più semplice ai più complessi, ogni religione, ha un bagaglio di simbolismi veramente notevole. Ma quello che c’è da chiedersi essi veramente cosa servivano? E quale ruolo avevano nelle società che rappresentavano? Ma sopratutto chi sottintendeva svolgere il potere per quei simboli? Ora si potrebbe fare una carrellata di simboli per ogni cultura, ma la cosa sarebbe troppo lunga e dispersiva, è meglio concentrare i simboli per tipologia di essere soprannaturale che li supporta e da loro potere. L’archeologia sostiene che i simboli nacquero a titolo identificativo, e poi successivamente diventarono magici. Io invece dico che i simboli sono nati contemporaneamente alla comparsa dell’umanità sulla terra, e non solo per un ruolo identificativo dei soggetti, ma subito anche magico, esoterico e religioso. Come tutte le cose esistenti in questo mondo, vi è il negativo e il positivo; il positivo (+) è segno maschile, mentre quello negativo () è femminile. La religione più antica che l’uomo ha ricordo sono quelle antiche sumeriche, mesopotamiche e babilonesi, egizia, qui le divinità erano principalmente di tipo negativo, anche se nei loro aspetti avevano caratteristiche tal volta positive. Poi entra nella storia la cultura giudaico, che apporta un elemento nettamente positivo, che si distingue da tutte le altre, per l’assenza inizialmente del panteon degli dei, delle altre religione, nella religione ebraica vi era ed è un solo Dio, che determinava con forza, le avventure e sventure di tutte le religioni dell’area. Mentre nelle culture confinanti le divinità sono rappresentate da statue e dipinti, ecc, nelle cultura giudaica non veniva consentita alcuna realizzazione di immagini del Dio creatore. Poi con il tempo anche i giudei, assunsero presso di loro altre divinità dei paesi confinanti. Quindi importando la loro simbologia, quindi dagli egizi ai babilonesi, gli ebrei ebbero una grande quantità di elementi simbolici. Con le verie monarchie in Israele ognuna di esse apportò nuovi simboli, ma quella che determinò, una maggiore crescita in senso simbolico esoterico fu sotto Re Salomone, che con le sua arti magiche un culto più esoterico, e il simbolo acquisto una maggiore forza e un potere maggiore verso gli elementi inviabile quasi incontrollabili, creando una netta divisione tra i simboli che presero una natura nettamente positiva e nettamente negativa. Configurandoli come simboli di Dio e simboli di satana, sappiamo però che la religione ebraica vieta la costruzione di statue ed oggetti che servano per richiamare, evocare o invocare la divinità. Quindi questi simboli rimasero nascosti o ad appannaggio di pochi. Ora dato il conflitto che vi era tra Dio e satana, quest’ultimo, non voleva assolutamente perdere il suo dominio sugli uomini e spinse sempre per la diffusione capillare dei suoi simboli, anche in forma anonima. Salomone dal canto suo, fece il possibile per tentare conoscere il modo per sfruttare i simboli che dominavano i demoni, aveva capito che era molto più facile con appropriati nomi e frasi, dominare gli eventi mendiate i demoni, così ci riuscì. Solo che i secoli futuri portano questi simboli magico esoterici sempre più verso l’occidente, nel quale si diffusero, sopratutto prima ma anche dopo l’impero romano, nel frattempo nasce un altra religione in seno a quella antica ebraica da questa disconosciuta e perseguitata, i cristiani. La quale inizialmente non aveva anch’essa alcun simbolo, ma poi per differenziarsi dagli stessi ebrei, prese a diffondere l’unico simbolo disponibile in campo, la croce di Gesù Cristo, a questo punto satana doveva reagire con forza e insinuare in seno alla chiesa, altre simbologie pagane, così fece. E nelle religione cristiana emergente aumentarono sempre più i simboli di natura esoterica importati sopratutto da Israele e poi anche dalle altre religioni orientali. Quindi la religione e cultura cristiana del tempo, si arricchi, di numerosissimi, simboli, per la maggiore negativi, entrando in tutti gli aspetti delle vita quotidiana, come era anche per altri popoli. Sia la religione Ebraica che Cristiana osteggiavano l’uso dei simboli, perché non contemplati nella religione stessa e vietati dalla divinità principale alla quale entrambe le fedi si attengono, con l’unica variante che la fede Cristiana oltre alla divinità principale ebraica Dio YHWH, aveva anche il figlio della stessa in carne ed ossa, Gesù detto il Cristo. Ma lo scontro è sempre lo stesso, satana contro Dio, l’uomo dal canto suo si è arricchito di tanti simboli indotti proprio da satana che combatte innanzi tutto, la sua guerra proprio Dio-Cristo-Spirito Santo, usando i simboli a lui molto cari. E di questa simbologia di natura satanica è ricco il nostro tempo presente. Il problema più grosso del simbolo è quello che ha la capacità effettiva di insinuarsi nelle credenze delle popolazione, fin a portarle alla superstizione. Si è proprio credere in un pezzo di legno, di metallo di corno, ecc che satana riesce a indebolire le difese personali di un soggetto qualsiasi, è mediante i simboli che noi tutti possediamo, che egli agisce su di noi, naturalmente egli combatte quei pochi simboli della tradizione cristiana, che Cmq sia, sarebbe stato meglio che non ci fossero stati, perché contravvengono il secondo comandamento che recita: “Non ti farai simboli ed immagini e statue di ciò che sta nei cieli, sulla terra e sotto terra , ne le adorerai, ecc… “ per paradosso anche una croce è un simbolo, così come lo è l’arca dell’alleanza, unico oggetto sacro della religione ebraica. Ma Dio sa che l’uomo purtroppo ha bisogno di una qualche raffigurazione anche minima della divinità per averne un contatto diretto, per cui egli stesso ha acconsentito alla realizzazione di un oggetto sopratutto per la conservazione delle tavole delle legge ed altri oggetto che servivano, ad un certo uso, quindi l’Arca ha assunto un valore enorme per il popolo d’Israele, perché era divenuta il trono di Dio tra gli uomini, così anche la croce ha assunto il medesimo valore. Però oltre a questi le chiese successivamente si sono date molti altri elementi da adorare, quali statue di santi, angeli, madonne, ecc. in quantità esagerata, tale da adombrare per fino la croce di Cristo! Ma tutti questi simboli non fanno bene al cristiano anzi lo portano lontano dal simbolo cardine della cristianità. E satana lo sa molto bene. Ma quello che è ancora peggio che la nostra società è riccamente intessuta in un simbolismo arcaico e moderno estremante pericoloso, indotto proprio dalle antiche tradizioni di popoli lontani a noi nel tempo che ci hanno lasciato la loro cultura esoterica, principalmente formata da dei satanici, come è la divinità di ishtar cioè il Baall = Satana. Oggi giorno, non c’è persona che non abbia un cornetto, un ferro di cavallo, un quadrifoglio ecc, tutti simboli apparentemente non satanici, ma in realtà lo sono proprio. Ma di simbolismi ve ne sono tantissimi, non solo tra i simboli fisici, ma anche tra i gesti, abbiamo una ricca gamma di simbolismi, scaramantici che a detta di molti, dovrebbe portare bene, o fortuna e allontanare la sventura, cosa assolutamente falsa! Satana come demone di primaria grandezza, ed estremante astuto, usa tutti i sistemi a lui più congeniali per far credere all’umanità che certo i gesti, simboli ecc, possono essere benevoli, quando nella realtà, qualsiasi di questi elementi, portano male, molto male, ma tanto l’uomo, non vede e non sente quello che gradatamente penetra dentro di lui con l’uso di questa simbologia, gestuale, orale e oggettiva. Da qui nasce la superstizione, il credere che un qualsiasi gesto strano, o parola anomala o farse antica, o oggetto strano, simbolo ecc, possano portare bene è assolutamente falso! Non esiste nessuna parola, frase, simbolo, gesto, che possa portare bene, nessuno! È la nostra credenza popolare che ci è stata tramandata che pone nella nostra mente, queste idiozie di superstizione! Ma se prima questa era a totale appannaggio delle genti culturalmente poco elevate, oggi è ad appannaggio di tutti, sopratutto di coloro che fanno parte della classe alta della società, questo grazie a diversi organismi, nelle società che hanno sostenuto e sostengono satana, che gli vogliono bene, che lo aiutano in tutto e per tutto, e sono a lui asservititi, schiavi, servi. Tutti costoro cooperano, per la diffusione capillare, della superstizione, l’antro dell’inferno è proprio la superstizione, coloro che non si libereranno da questa malattia saranno presto prede di satana, coloro con il loro si a satana adorano i suoi simboli e tutti i simboli in generale, sono già prede di SATANA. Quindi non c’è nulla di peggio che credere ed essere superstiziosi, per esempio si sa che non è affatto vero che il gatto nero, porti male se ti passa da vanti; non è affatto vero che buttare il sale porta male o bene; non è affatto vero, che toccarsi i genitali porti bene o allontani il male, tutto contrario! Sono stupidaggini! invece sono atti che servono per aumentare la forza di Satana dentro di noi. Esso si nutre in noi della nostra superstizione, della nostra creduloneria, della nostra vanità e della nostra ambiguità, tutto questo serve a satana per essere meglio accettato, meglio sostenuto, perché tutto questo facilita la ribellione dell’uomo verso il Suo Creatore, Dio. Noi pensiamo sempre che Dio voglia soggiogarci quando non è affatto vero, è satana che ci propone di credere in ciò, è lui che vuole soggiogare noi, e fa credere allo sciocco umano, che è Dio che vuole questo, invece ahimè è Satana che vuole manovrarci mediante la superstizione, il simbolismo, i gesti, e le parole. Purtroppo chi dovrebbe tutelare ed insegnare che ciò male non lo fa, perché anch’essi sono impregnati di quella cultura massonica, che ci propone continuamente di essere avversi al Creatore. La chiesa nasce in seno alla società, e se la società umana è ricca di simboli di superstizione ecco che anche il sacerdote che entrerà nelle chiesa si porta appresso, tali simboli e tale superstizione, quindi anche se l’insegnamento dovesse allontanare tali condizione, in realtà, la cultura dominante rimane e la superstizione pure. Quindi nessuno insegna più nulla. Di conseguenza abbiamo che anche un parte della chiesa si è adagiata a tali simboli, a tali gesti alla superstizione tutto a vantaggio di satana! Purtroppo però coloro così facendo uso di tali simboli, ecc non sanno che aprono la loro porta spirituale a satana ed esso non perderà un minuto di tempo per entrare in loro. Ecco cosa dice Gesù parlando della casa pulita, la casa è l’anima, non il corpo come la chiesa ha erroneamente intenso, il demonio entra e possiede l’anima, non il corpo. Perché è l’anima la porta dimensionale dalla quale entrano ed escono, tutti gli spiriti, e questo la chiesa lo ignora. Accettare la superstizione ed essere tali significa che presto o tardi, Satana sarà il tuo padrone, e poi liberasi dalla superstizione diventa quasi impossibile. Da li ogni cosa diventa possibile per l’essere umano che si degrada sempre di più. Ma satana farà dire all’essere umano, che queste cose non esistono e che la superstizione non è male, così come ha mentito ad Eva e Adamo. Quindi non esiste nessun simbolo o oggetto che ha potere in se stesso, siamo noi che attribuiamo a tali simboli dei poteri fasulli che non sussistono, ne esistono, in realtà chi esplica il potere che il simbolo cela, è direttamente satana, è lui che mediante la vostra superstizione, esercita tale potere, non l’amuleto, il pendaglio, la conchiglia, il cornetto, la candela, la carte, la sfera, il pendolo, i libri esoterici, la bacchetta, la formula, ecc, ecc. Nessun uomo può esercitare alcun potere senza la volontà dello spirito, che la esercita, da negativo a positivo. Gli spiriti non conferiscono a nessun essere umano poteri. Sono loro che li esercitano direttamente o mediante il simbolo che svolge un azione di richiamo dello spirito, o mediante il soggetto stesso che contiene lo Spirito. Ma senza lo spirito qualsiasi simbolo non sortisce alcun effetto. Per questo Dio ha posto il secondo comandamento e ha detto che le statue di pietra, di legno, di metallo, cristallo, ecc, non odono , ne parlano , ne sentono, perché non hanno alcun potere in sé! Quindi tutta questa oggettistica va bene per arredare una casa, se si vuole; ma certamente non ha nulla di nulla, se non siete voi, a pensare che possegga qualche potere. Io mi permetto di avvertire coloro che operano e vendo superstizione, perché Cristo ha detto che costoro vendono satana e lo inducono a coloro che sono fragili e cadono facilmente nel credo fasullo! Cristo ha detto, che per costoro se non si convertono, ci sarà lo stagno di fuoco e zolfo!

Io vi ho avvertiti!

By Boanerges

Sono, colui che porto alla luce, le opere delle luce.

Interessanti le statistiche ma prevedibili!

Ho separato di proposito le pagine dedicate al male e al bene , per vedere seguendo le statistiche quali paesi erano più propensi per un argomento rispetto all’altro, devo dire che m’ero già fatto un idea, pensando che gli USA, sono molto meno propensi a tutto quello che riguarda Dio, ma molto più propensi a quello che rigurda il male, infatti appena poste queste pagine ho visto  nella statistica la netta divisione tra gli Usa e l’Italia.
Dalla statistica dei visitatori la maggiornaza che leggono il blog legato al 666, provengono dagli USA mentre l’Italia ha sempre una certa presenza, ma minoritaria.
Mentre nel blog la Gloria di Dio, è tutto l’opposto. Questo ci fa capire come i due stati, sono nettamente diversi, e come ancora in Italia sia molto più forte la maggioranza che crede in Dio rispetto a color che seguono sia per curiosità che per interessi specifici il lato del male. Da un certo punto di vista sono contento, perchè gli italiani si dimostrano un popolo ancora salvabile e cmq sia non pronto per accogliere altre idee di altra natura. Meno male.
Però questo mi inquieta anche un po visto che gli USA sono molto più propensi verso il male che il bene e questo fatto mi suggerisce molte cose. Non che l’Italia non sia focolaio nascosto di sette sataniche ed altro, ma dalle statistiche si rileva questo fatto curioso! ma forse si sà già.

statistica di oggi alle 11:25
 
 

 
Questo fa capire quanto siano molto più interessati, certi paesi a determinati temi, piuttosto che altri, questo fa anche capire che il mondo di oggi di più propenso verso il male che il bene!

 

LIBERO ARBITRIO!

Libero arbitrio!

Argomento spinossimo, Guai a toccarlo!
 

Molti di noi non potrebbero mai rinunciare al credere di essere liberi, di agire, pensare, fare, ecc. Ma ahimè li devo contraddire, perché questa presunzione umana, non è reale, noi crediamo di essere liberi; Dio ci ha promesso una libertà, ma non la libertà che noi vorremo o quella che noi crediamo presuntuosamente di avere. L’uomo non può determinare nulla di quello che è effettivamente la sua vita, basta guardare quello che ogni giorno facciamo, all’alba della nostra creazione di esseri viventi, non parlo di Adamo ed Eva, parlo del nostro essere procreati, dai nostri genitori, le cellule principali preposte per la nostra nascita, sono soggette ad miriade di cambiamenti, così da rendere difficile al primo evento, la nostra nascita, ma anche durante la gestazione la nostra nascita non è assicurata ed è soggetta ad una miriade di eventi infausti, per cui nessuno assicura al nascituro di nascere, se nascere, quando e come nascere, se normale o no. Quindi un soggetto fin dal principio non sa assolutamente nulla di quello che può capitargli, anche nelle restanti fasi della vita, è così. Alla sera quando ci corichiamo, non sappiamo con chi ci corichiamo, non sappiamo quale sogno faremo, non sappiamo se dormiremo o non dormiremo, non sappiamo se ci sentiremo male o no, non sappiamo se il giorno dopo ci sveglieremo, non sappiamo nulla! Se poi hai la fortuna si svegliarti al mattino, non sai dove il caso ti porterà, non sai chi incontrerai, non sai se i tuoi appuntamenti, presi con vari soggetti, andranno in porto o no, non sai se essi si verificheranno all’ora precisa o saranno slittati per svariate ragioni, non sai nulla di nemmeno di questo, non sai con chi tonerai a casa la sera e se tornerai a casa, non sai se rimarrai vivo o no, non sai nemmeno se ti cade una tegola, un fulmini, o qualsiasi altra cosa in testa se trovi per strada lo stupratore o l’assassino, non sai quali sorprese ti aspetta la giornata, non sai, se e cosa esattamente dirai con quali e esatte parole, anche se ti prefiggi di fare un discorso ripetuto migliaia di volte in un certo modo, ma tranquillo non lo dirai mai una volta di più sempre nello stesso modo, anche perché tutte le variabili che determinano quel respiro , quelle parole, sono accompagnate da battiti del cuore diversi, da pressione diversa, da pensieri diversi, ecc, tutto irriproducibile. Crediamo di poter stabilire alcuni aspetti della nostra vita ed invece nulla possiamo predeterminare, ma veramente nulla! decidiamo per la nostra morte, ma anche quella non andrà come crediamo; se ci ammaliamo, non sappiamo se usciremo vivi, come o dopo quanto tempo, anche il nostro parlare, non è prevedibile, nessuno può replicare una sola parola detta poco prima, nello stesso preciso momento che l’ha detta, perché sarà sempre diversa; un soffio di vento ci getta a terra, ci fa ammalare, e noi siamo impotenti innanzi tutto, non possiamo determinare nulla di nulla, nella nostra vita. Qualcuno dirà ma posso decidere cosa fare nella mia giornata, assolutamente no! Perché posso decidere vagamente di darmi una previsione di intenti, si!, ma che poi questi si compiano esattamente nelle modalità che io voglio, come io desidero è impossibile, ci sono delle variabili che sfuggono alla nostra volontà che nessuno di noi può prevedere. Se decido di andare al supermercato, nel tragitto tra casa e il luogo preposto, può succedere di tutto, nessuno può prevedere questo! Quindi noi crediamo di essere liberi, crediamo di auto determinare le nostre esistenza, ma questa è solo un illusione, noi crediamo di essere arbitri della nostra vita. ma così non è. Ma allora ci viene da chiedere in cosa siamo veramente liberi? Solo un una cosa, siamo liberi di decidere se stare con il bene, cioè fare il bene o stare con il male, cioè fare il male, solo e solamente in questo sta la nostra vera libertà questo è il libero arbitrio che Dio ha posto in noi, decidere se stare con lui o contro di lui, niente altro possiamo decidere, il restante è lui che dispone, siamo talmente tanto nelle mani di Dio, che noi nemmeno lo immaginiamo, altro che libero arbitrio!

Infatti fare del bene o del male, stare con satana o con Dio cambia molto, sono queste due realtà di natura spirituale e psicologica che determinano realmente i cambiamenti della nostra società, della nostra vita, si perché se, pensiamo attentamente se io al mattino quando mi sveglio sono lunatico, e irascibile, ovviamente chi mi sta attorno, avrà con me un comportamento diverso, da come potrebbe averlo, quando sono tranquillo, è tutta una reazione a catena, per cui, se sono pacifico con me stesso, se dimostro calma e tranquillità, nessuno vi romperà le scatole, nessuno, sarà aggressivo, a sua volta con noi, quindi è come noi ci poniamo che conta, non quello che pensiamo di determinare, non possiamo nemmeno decidere l’ora della nostra morte, non possiamo nemmeno decidere se condannarci all’inferno o andare in paradiso, neppure questo ci è consentito, anzi addirittura questa proprio non rientra nelle nostre capacità, ne disposizioni e chi crede di farlo, si illude perché ciò, è cosa ultra terrena non ci appartiene, la nostra anima, ci appartiene solo e solamente finché rimane nel corpo, ma anche no, essa non è nostra, essa è di chi ce l’ha data, ma chi ce l’ha data la può perdere a causa del nostro decidere, di stare con l’uno o con l’altro. Il nostro vero libero arbitrio cioè stare con il bene o con il male, ha l’effetto definitivo sulla nostra anima, si perché mentre del corpo torna ad esse atomi, e a reintegrarsi al peso delle terra, che rimane sempre costante, (noi non modifichiamo il peso del pianeta con la nostra nascita, esso rimane sempre lo stesso, la terra pesa X, che noi ci siamo o no, varia forse l’incidenza sul peso dell’anima, ma è ben poca cosa ed anche in questo caso ci sarebbe da dire molto, sarà un altro argomento). Quindi in definitiva smettiamola con il dire abbiamo il Libero Arbitrio perché è una cazzata mega-galattica.

Chi vi ha detto che Dio vi ha promesso il libero arbitrio, ha mentito!

Dio non è affatto tiranno, perché se ci pensiamo bene, esso ha creato questa libertà determinata da queste due condizioni dal bene e dal male, proprio per darci la più ampia libertà possibile, perché queste due variabili(varianti) condizionano molto di più la nostra esistenza di quello che pensiamo. Se avessimo avuto solo il libero arbitrio, non saremo stati liberi come crediamo. Le variabilità della nostra vita così come oggi la conosciamo sarebbero state indotte da noi stessi, senza colore e senta calore, come dei robot, senza futuro, le variabili non sarebbero esistite, in ciò sta la grandiosità di Dio che l’uomo non comprende!

Basta un po di della logica, che tutti noi facciamo tanto vanto!

 

Ripeto siamo solo e solamente liberi di decidere se fare il bene o fare il male è questo è quello che determina il corso della nostra vita.

Apocalisse cap 17,11 le due bestie e il Drago

La lettura dell’apocalisse mi ha portato a queste conclusioni, spero sinceramente di trovare qualcuno che smentisca quanto sto per dire… mettiamola come un ipotesi, anche perché oggettivamente, finche i fatti non si sono concretizzati non si può dire che sia così, attendiamo pazientemente gli eventi, saranno loro a parlare vedremo dove si arriverà…..io osservo come tutti, e come fa Dio osserva e poi decide, speriamo solo che sia clemente.
Spiegazione apocalisse cap 17:11

Apocalisse cap17 ver 11…..” quando la bestia che era e non è più, è ad un tempo l’ottavo re e uno dei 7, ma va in perdizione.

Chi è l’ottavo re? è il sesto….. perché asserisco questo?
lo dice la frase stessa: che era e non è più” cosa significa? significa che era un Re, ma per suo volere non lo è più, cioè il re ha abdicato;ma tornerà ad essere re, cioè l’ottavo. Ora se ha abdicato, chi lo sostituisce?, il 7 Re, che lo segue e lo precede. …


Ora tutti gli uomini della terra hanno guardato al discorso apocalittico, coma a qualcosa che riguardava il mondo terreno, sì! riguarda il mondo terreno, ma principalmente il mondo spirituale che quel re vive. 

Cosa ne sapeva Giotto che la bestia, e che le teste portavano le mitre, lo sapeva perché molto probabilmente S. Francesco glielo disse… 

Aspettiamo il restante degli eventi prossimi venturi, sono più che certo che avremo tutti dei bei ricordi!

 Cmq prima di dire con sicurezza, è bene attendere Tempo al tempo!

 

666 RIVEDUTO!!! – Zahl des Tieres übersetzt!

Traduzione eseguita il 14 agosto 2013.
by Boanerges YhWhnn

666 tradotto!: Apocalisse 13:18

Una precisazione importante…. 
Tale soluzione non è emersa perché stato cercato un determinato nome, assolutamente no! E’ emersa solo dopo aver effettuato la traduzione, ma solo con la data di nascita che è uscita dallo stesso numero, cioè dal conteggio numerico delle lettere ebraiche, ho potuto evidenziare la curiosa analogia tra i due rifermenti e non è stata una mia volontà, nel cercare quel preciso riferimento, anzi, il sottoscritto non si aspettava assolutamente che tutto questo avrebbe portato ad una certa soluzione. Quindi il riferimento a persone non è stato voluto! Ma è emerso dai dati riscontrati dalla traduzione e dal semplice calcolo numerico delle lettere.
Dato che,la nota da tante preoccupazioni la rimuovo in parte anche se devo dire la verità, non trovo alcun problema, visto che non sono io l’autore dell’apocalisse, ma è Dio, oltretutto di queste traduzioni ve ne sono state molte nella storia, ma evidentemente se qualcuno mi da credito, significa che l’ispirazione di Dio è stata giusta! La nota deve aver scosso molto, altrimenti, chi sa! non avrebbe risposto e non si sarebbe degnato di rispondere, quando si tocca sul vivo e si mette il dito nella piaga ovvio che non si è capaci da tare, ma se una persona è intelligente tace e non da adito ad ulteriori commenti, che portano come conseguenza un generale vociferare, con conseguenza che invece di far tacere il popolo, lo si mette stimola ad essere ancora più curioso, si sa come è l’essere umano! La miglior soluzione per non far sorgere un caso, dietro a qualche parola, è quello di non farlo diventare un caso.  Rimarrà l’altra nota schematica, senza commenti aggiuntivi così nessuno si sentirà preso di mira.

E Dio Padre che mi ha svelato la traduzione del numero perché ciò è avvenuto tutto all’improvviso, qualche giorno prima di tale traduzione, non avevo assolutamente in mente di tradurre il numero, è avvenuto dopo la recita di tre rosari consecutivi (La gloria di Dio) questo fa capire che Dio mi ha prescelto per tradurre e questo era il tempo per tradurre tale numero 666. E’ Dio che ha sempre celato hai potenti la traduzione per ovvie ragioni, perché si adempisse alla scrittura. 

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Ma andiamo al nostro problema il seicentosessantasei.
Da secoli e secoli l’uomo ha tentato in tutti i modi possibili ed immaginabili di trovare il nome dal numero, ogni sorta di conteggio e calcolo è stato provato, ogni traslitterazione da un alfabeto all’altro, ogni codice segreto, ma nessuno è riuscito nell’intento, eppure la soluzione era sotto gli occhi di tutti, così facile e così semplice….ma non per nulla le parole dell’apocalisse lo rivelano. In questo sito internet: http://www.laparola.net/brani/brani.php?b=702 abbiamo una delle tante spiegazioni che non portano da nessuna parte. Ora facciamo chiarezza per capire veramente cosa si cela dietro a questa strana ed enigmatica frase, si perché in realtà, non è solo, le poche parole legate al numero che identificano il soggetto legato al 666 cioè la bestia, ma tutta la frase che viene prima, come se, la frase stessa fosse un codice descrittivo.

Apocalisse 13:18. :
Qui sta la sapienza. Chi ha intendimento(intelligenza) conti il numero della bestia, perché è un numero d’uomo; e il suo numero è seicentosessantasei.”
  
Questo codice, ha come risultato il numero 666, ma a noi interessa capire principalmente cosa si cela dietro al numero.
Però vediamo un attimo di capire meglio alcuni aspetti… qui si parla di un soggetto che deve avere sapienza e intelligenza, in ebraico antico le due parole si traducono entrambe con una sola parola saggezza, quindi l’autore dell’apocalisse nasconde la parola saggezza dietro a questi due sinonimi, per farci capire cosa? Due aspetti simili ma non uguali.
1.              Ci dice che, il soggetto che deve tradurre questo passo dell’apocalisse deve avere in sé queste caratteristiche cioè sapienza e intelligenza, per poter giungere facilmente alla soluzione.
2.              Ci dice anche che la sintesi delle due parole in ebraico dà come soluzione una terza parola che è la saggezza, questa parola però porta con se’ il suo significato. Chi è saggio? l’anziano è solitamente un saggio. Quindi ci aiuta a comprendere che il soggetto del 666 è una persona che ha fatto uso dell’intelligenza e della sapienza per crescere in saggezza, e solo uno studioso, molto promettente può essere annoverato tra i saggi. Quindi probabilmente un teologo, un filosofo, un matematico, un fisico, uno studioso delle scritture.
3.              Quindi  sappiamo che colui che deve determinare il nome dal numero è una persona intelligente e sapiente; ma di che sapienza costui ha bisogno? Non certamente della sapienza umana, ma di quella divina con una particolare intelligenza.
L’apocalisse di per se’ , non ha solo una traduzione univoca, ma  una sovrapposizione di eventi, per uno stesso evento. Essa è stata creata in modo tale da adattarsi a diversi periodi storici, non solo a quello antico romano o post romano, ma anche a quello odierno. Diverse parti dell’apocalisse che noi pensiamo essere una di seguito all’altra, in realtà sono sovrapponibili, perché spiegano nel dettaglio l’evento descritto più rapidamente nei capitoli prima. Ma l’autore  intelligentemente fa credere a noi che l’apocalisse fosse un testo più lungo; perché non vuole che l’umanità possa decifrare subito tale numero. Se avessimo tradotto questo numero, avremo saputo e cercato in tutti i modi di opporci a questo destino, però il fatto stesso di dare a noi, la possibilità di trovarlo, fa capire che il Creatore voleva che l’uomo lo rivelasse, ma solo in un determinato frangente.   Questo fa capire una cosa, chi avesse tradotto il numero doveva essere un soggetto speciale, cioè colui che ha in mano la chiave per la traduzione dell’apocalisse, cioè colui che ne conoscere i segreti. Quando l’angelo dice a Giovanni evangelista di mangiare un certo piccolo libro, lo fa per nascondere in Giovanni, il segreto, ma lui non lo deve rivelare, per cui noi abbiamo erroneamente pensato, che quel segreto, fosse andato perso con l’apostolo, invece ciò non è. Vi faccio notare una particolarità che nessuno ha mai fatto caso, tra la venuta di Gesù, ci sono due Giovanni, uno che lo precede il Battista e uno che lo segue l’Evangelista, nessuno ha mai fatto caso a ciò, questo fatto è molto importante per farci capire, che ci sarà un terzo Giovanni che rivela la verità nascosta, solo un terzo Giovanni ha la conoscenza in se’ del vero codice nascosto, perché solo in un terzo Giovanni, Dio ha nascosto il libro.
Ma torniamo alla nostra frase:
“Qui sta la sapienza. Chi ha intendimento(intelligenza) conti il numero della bestia, perché è un numero d’uomo; e il suo numero è seicentosessantasei.”
conti il numero della bestia” intanto la parola bestia è femminile, ma sta sicuramente ad indicare una condizione caratteriale dello stesso soggetto, che pure essendo maschile, ha una caratteristica femminile. Perché ci dice conti il numero? Cosa vuole farci capire? Vediamo perché il numero 666 , dice “conti” perché dal numero, si estrae una data di nascita cioè il 1927. Come si ottiene questo numero? Cercate voi di comprendere come sono arrivato a determinare il numero della data .
Perché è un numero d’uomo” identificare un uomo con un numero, potrebbe sembrare strano, se non che, qui non si vuole identificare un nome di uomo, ben preciso, ma un nome che identifichi la sua natura. Fin dall’inizio della creazione il linguaggio prese funzione numerica, infatti si sa, per quello che riguarda la lingua antica specie l’aramaico, ad ogni lettera dell’alfabeto gli antichi fecero corrispondere un numero, il quale doveva aiutare a descrivere meglio la natura stessa della parola, per cui, tutto si fece con quella logica, quindi la lettera diveniva numero, con questa logica si è scritta l’intera sacra scrittura, che cela alcune verità ancora nascoste.
Ma quale sarebbe questo possibile nome? Certamente non può essere un nome di natura divina, ma un nome che ne descriva la funzione, cioè un nome che richiama come significato dello stesso ad una frase che porta come senso un appellativo ben preciso. Non è un nome comune che ha un significato divino, come può esserlo Emmanuele che significa “Dio con noi” oppure Anna che significa La misericordiosa” no, è una parola che identifica la funzione di un soggetto o meglio dire una caratteristica.  
  
  שישה מאה
שישים
 
ושש      /   השש
Vediamodi ottenere il nome dal numero, è facilissimo, ma l’umanità scientifica e teologica ha sempre pensato che fosse una sfida alla nostra intelligenza e alla nostra poca sapienza, da un certo punto di vista lo è, perché in effetti nessuno ha pensato in modo sapiente, ma solo con la logica raziocinante. La sapienza è un dono di Dio, solo se si è illuminati, si ha  la sapienza che ha una connotazione tipicamente spirituale; mentre l’intelligenza ha una connotazione logica e razionale. Come detto sopra, le due parole si fondono prendendo il medesimo significato in ebraico, cioè saggezza e questo è un suggerimento doppio .
Coloro che si sono cimentanti per secoli alla ricerca di questo fantomatico nome, non si sono accorti che il numero era scritto in lettere, perché mai? Perché scriverlo in lettere e non in numero? Perché l’autore non voleva che l’essere umano arrivasse al suo nome troppo rapidamente, ma che venisse alla luce solo in un determinato contesto. Di conseguenza si comprende che l’autore sapeva quando il nome sarebbe stato svelato, perché si parla di Dio come autore, qui non si parla di un intelligenza comune, ne’ di una sapienza umana,  bensì di un soggetto che ha un’ intelligenza fuori dal normale, soprattutto un soggetto con grande saggezza, sia perché traduce, che per colui che ha il nome segreto nascosto dal numero.
Ora il nome viene scritto per esteso seicentosessantasei, scindiamo questa lunga parola, dalla quale si ottiene: seicento, sessanta, sei. Dalla traduzione del testo scritto in ebraico antico si ottiene questa parola:  VI Santo Sisto. . La traduzione dell’ultima parte sei, da come risultato doppio sia il VI  La parola Santo ha anche altri sinonimi. La parola Sisto sta per sesto è ha un preciso riferimento al 6 re dell’apocalisse che è l’ottavo. Quindi nel numero, è contenuto il nome , la data di nascita, di quale re si parla, cioè la sua posizione rispetto ai sette re. 
 Abbiamo che la parola Santo ha diversi e svariati sinonimi:

consacrato santificato


assistito, protetto, custodito, aiutato              


felice, fortunato, provvidenziale                    


glorificato, sacro, santo


meraviglioso, splendido, bellissimo, desiderato, atteso

VI SANTO SISTO.

Spiegazione più dettagliata e precisa….

Molti mi hanno scritto, che non si riesce a capire come sia arrivato a tale soluzione perché mancano dei passaggi fondamentali. In effetti non avevo nessuna intenzione di rivelarne l’esatta codifica, per cui avevo deciso di non scrive nulla e lasciare la cosa un po nebulosa, per lo meno chi voleva scervellarsi aveva già una base.
Però poi non volendo che altri si prendano meriti, ho cambiato idea…
I passaggi per la determinazione del nome dal numero 666 sono molto semplici, ve li scrivo in maniera didascalica….più sotto poi metto le immagini così potrete vedere chiaramente lo sviluppo del numero molto semplice.
  1. aprite il browser Google.
  2. Andate sul suo traduttore, naturalmente io ho tradotto dal italiano all’ebraico e viceversa.
  3. Scrivete sul traduttore queste tre parole in lista una sotto l’altra:
    seicento
    sessanta
    sei
  4. dall’italiano all’ebraico
  5. si ha esattamente la traduzione delle tre cifre letterali, nel rispettivo alfabeto ebraico
  6. ora dovete solo osservare il traduttore nell’angolo in basso a vostra sinistra c’è una piccola icone che specifica il modo di traduzione nel caso dell’ebraismo, si vede che tale icona ha una finestrella piccola con al possibilità di selezionare il tipo di traduzione, ‘è quella classica data dal traduttore, poi ve n’è un altra che traduce la lingua ebraica con l’aggiunta logica delle vocali, saprete bene, forse meglio di me, che l’ebraico si scrive solo con consonanti per cui l’aggiunta di vocali può modificarne il senso a seconda del tipo di vocale che si aggiunge alle consonanti. Però il traduttore è molto bravo, dato che ho verificato il senso anche con altre vocali. Secondo me quello è il più logico.
  7. Cliccate quindi sulla lettera y che trovare sul traduttore otterrete una traduzione che vi porta come indicativo una certa parola…. sotto il traduttore vi aiuta un pochino di più dandovi un indicazione che forse la parola che cercate è quella segnata in blu cliccandoci sopra comparirà la traduzione precisa. Con l’aggiunta di vocali, le più logiche.
Premetto che io ero arrivato alla stessa conclusione in un modo un po più lungo, ma quando ho voluto verificare che fosse giusto, ho pensato di utilizzare il traduttore istantaneo di Google per cui, questa è la soluzione che ho ottenuto anche nel sistema più lungo, ma è la stessa cosa, per cui, questo è semplice meno laborioso e più immediato alla portata di tutti.
Ora da quello che si legge… il numero 666 diventa :
seicento Sisto
sessanta Santo
sei VI
però se si osserva c’è la possibilità di vedere quante versioni della stessa parola si possono avere con la lingua ebraica, cliccando sulla parola sei tradotta, dopo la prima semplice traduzione vediamo che alla parola sei , abbiamo anche un altro numero, come avevo già indicato nel documento precedente…..del 666.
quindi il sei diventa ottavo 



Ho fatto delle ulteriori ricerche dopo che un amico di Fb, Natalino Mastropietro mi ha mostrato un sito dove calcolare la ghematria… quindi ho inserito nella pagine il risultato che ne è venuto fuori dal mio calcolo del 666 = SI  SANTO SISTO 

Guardate un po cosa ho ottenuto, se questa è una casualità è veramente curiosa…

Intanto sia nel calcolo della Ghematria ebraica che in quella inglese e semplificata, sono emersi questi 3 numeri

SI SANTO SISTO 
G.ebraica: 719
G.Semplificata 179
G.Inglese 1074

Premessa, a parte le parole  e le frasi che certamente nascono dalla rete, sottoforma di titoli di libri, film, articoli, ecc, ma è curioso l’abbinamento come se fosse profetico..

I significati più interessanti (ho escluso tanti,non inerenti) sono 

per G. Ebraico 719:


Illuminati
Ordine esoterico del Drago
Il figlio di satana
divinità infernale
il dio baal
………………………………………………………………………..
ci sono anche tre parola riferite 
                                                                                             che sia riferimento al ritorno di Gesù
 figlio unigenito di Dio.
incarnazione di Dio
alla luce di Metatron
…………………………………………………
per G.inglese: 1074


Figlio della perdizione
io sono 666
26 dicembre
priorato di sion
baal—diverse parole legate assieme
simboli massonici
figli delle tenebre
gli esseri umani incontrano gli alieni
spiritualità
…………………………………………………..
per G. semplice: 179


c’è anche questa frase: rifiutare rifid barak obama
numero della morte
spiritualità
baal avvelenatore della finanza



……………………………

che qualcuno non pensi che mi invento le cose…. 


Se invece cambio al posto SI metto VI 

cambiano i significati ma siamo lì:


VI  SANTO SISTO = 666

i numeri ottenuti sono: 

G. Ebr.= 1329
G.Ingl. = 1092
G.Sem. = 182

Progetto Montauk=1329,1092,182

Satana È Un Bambino  Terrorista Islamico …questo significa che satana si manifgesta anche con l’uso dei bambini, ma indica anche che il terrosista islamico si comporta come un bambino.
Santo Divorzio—— non so se questo è in tema in questi tempi….direi proprio che esprime esattamente quel che vuol.
La Distruzione Elenin Cometa Porta——-curioso…
cosa significa questa strana frase i più hanno letto che la cometa porta la distruzione, invece questo ha un senso ben diverso, intendo dire che oltre al fatto che la cometà verrà distrutta come è stato, intende anche dire che l’evento della cometa determinerà una certa distruzione, come dire da quel momnto in poi avverrà la sventura, la cometa in questo caso porta sventura. La cometa elemen è servita per attivare un certo meccanismo.
Inferno Nucleare Xi Ix Xi ——non so se si riferisca alla guerra nucleare…che verrà come descritto da numerose profezie. 11-9-11? che siano cordinate terrestri? o una data? 
Centinaia Di Preti Uccisi —non so se questa è una profezia adesso mi pare di si….
Tuo Fratello È Nelle Cia —–questa mi è piaciuta… coè tutti sorvegliati in casa…. questo non indica quello che è scritto significa fratello sta per occhio, il resto si capisce.

Se invece sostituisco SI-VI con XVI viene fuori:


XVI Santo Sisto

G.Eb.=1629
G.Ing =1236
G.Sem=206


mi ha colpito questo:

Morte improvvisa durante il mese di Maggio!? di chi! Speriamo di No!
Le porte degli inferi non prevarranno.….è un bella notizia..
Esagramma 666-—questo non mi piace per nulla…
Pedro Regis È Il Lavaggio Del Cervello——-  che intenda che Pedro Regis sia un falso preofeta?
Cometa Elenin Uccide Trecento Milioni In Nord America—- Elemin si è distrutta sul Sole grezie a Dio
Settima Tromba….. forse intende il tempo in cui avverranno tutte queste cose?
Grande Maestro Occulto
Io ho Bisogno Di Qualche Caffè Forte— questa mi ha fatto ridere….
Insomma ve ne sono un sacco…. ma curiosamente sono parole che danno quei numeri…con il calcolo della gematria… direi interessanti e un po inquientanti…






Splendida preghiera che la Vergine S.S. ci dona !

Messaggio preghiera,21 agosto 2013 ore 5.

PREGHIERA CHE LA VERGINE MARIA DEDICA A DIO PADRE.
Amatissimo Padre Mio, Io canto soavemente la Gloria Tua, sopra tutti gli esseri viventi e santi, tu che mi hai voluta come Madre, Figlia e Sposa tua, per farti da Madre. Tu che abiti in Me, con l’ardente Tuo cuore. Io mi commuovo al sol vederti tutto il mio essere esulta, ogni battito del mio cuore mi riempie di te, mio dolce Padre.


Commento:

Forse non tutti hanno notato un frase interessante, “per farti da Madre.”
Questa frase indica che Dio Padre ha desiderato avere una madre, e questo particolare è di una tenerezza infinita, perché dimostra un umanità da parte di Dio che nessuno conosceva. Dimostra che Dio è molto più buono e come dice lento all’ira di quanto noi pensiamo e giustamente come un padre affettuoso egli si comporta con noi, anche rimproverandoci, perché ci tiene a noi, siamo suoi figli tutti, e desidera solo che noi lo comprendiamo e che lo amiamo sinceramente senza leggi umane, imposte dagli uomini nelle religioni, che non sono la legge sua o del suo Figlio Gesù, ma che sono aggiunte alla sua legge e che intralciano il cammino verso di lui. Possiamo quasi dire che il Padre-Figlio-Spirito ha bisogno di affetto come noi lo abbiamo e lo desideriamo verso i nostri simili, ma sopratutto dello stesso tenero affetto di una madre, sposa e figlia. Dimostra un umanità più grande di quella che noi possiamo immaginare

Dio Padre fissa un tempo per la fine. 2015

Messaggio Padova, 6 luglio 2008, ore 3
Dio padre:
“Lascerò all’umanità ancora 7 anni di vita, prima della fine, preparatevi perché il tempo degli eventi è questo!!!”

____________________________________________________________________

Intanto di che fine parla Dio Padre?  sarà l’inizio della fine! O la fine di un epoca o di periodo storico?


Il sole sarà mutato in tenebre, la luna in sangue, prima che venga il grande e glorioso giorno del Signore’   (Atti 2:17-21; si veda anche Gioele 2:28-32)

_________________________________________________________________________________

Ritengo che spiegare sia errato perchè tendenzioso, il messaggio deve essere lasciato così come sta!!! 


Come potete vedere la profezia si è avverata, in toni diversi da quelli da me proposti inizialmente ma non da meno drammatici se guardiamo le prospettive di questi giorni…
il giorno 5 luglio 2015 la Grecia ha promosso il referendum contro l’europa vinto dal OXI=No greco e confermato dagli scrutini il 6 luglio 2015.
Ora anche l’Austria vuole un referendum contro l’europa, e sono certo che altri paesi seguiranno.
Cosa avverrà dopo lunedi prossimo non si sà, ma certamente questa situazione ha destabilizzato già tutta l’eurozona, creando malumori e gli stati si sono resi conto quanto ogni singolo appartenente conti realmente nell’eurozona, e quanto sia fragile questa coalizzione europea, per cui ovviamente l’europa sussiste veramente proprio tenuta da un insieme di nazioni insicure, e certamente lo scacco delle Grecia determinerà la tenuta dell’Europa stessa.  Credo però che dietro a questa sbandata della Grecia ci possa essere forse anche intenti d’oltre ocenano, che possano aver condotto vari stati ad agire in modo errato. Facciamo un po di mente locale, sulle vicende tra l’anno scorso e quest’anno, il caso gasdotto, il caso Ucraina, il caso Crimea, il caso Francese con L’isis, le tensioni sociali per altre cose gender, e altre leggi strambe imposte da oltre oceano che realmente nessun europeo sente relamente sue(diciamoci la verità), intanto gli USA voglio spingere verso una destabilizzazione delle zona facendo di tutto che l’europa si sobbarchi i pericoli di un eventuale possibile conflitto, con la russia, nel frattempo russia e cina si coalizzano, aumentando ancora di più l’instabilità delle zona e nel mondo in generale. Ora però gli USA vedono che non riescono ad ottenere nulla di positivo perchè la Germania si è seccata di questa forte ingerenza degli USA su questa questione Ucraina, che dopo tutto, sarebbe risolvibile in altri termini più pacifici, e non bellicosi così come Obama la vuole condurre. 
Ora il caso Grecia, parrebbe diverso dalla situazione precendete, secondo me no. Per me rientra nel discorso e nelle tensione tra USA e RUSSIA.  Ma sicuramente le insofferenze di alcuni stati di questa Europa sono iniziate già da qualche annetto, per cui ora con il caso Grecia trovano un potente supporto. Dobbiamo chjiederci cosa accadrebbe se l’europa si sbriciolasse cin poco tempo? A parte i singolli stati, ma a livello economico finnaziario, i soldi racchiusi alla Bundesbank che fine farebbero? Non credo che la banca Europea con sede in Germania, li restituisca alle singole nazioni, e temo che la Germania tratterrebbe tutta la cifra. mandando tutte le nazioni sul lastrico. Questo a cosa porterebbe? A conflitti interni . Credo che sia indispensabile ora chiarire in caso di smembramento se la Germania intenda restituire il danaro dei singoli stati o no! sarebbe importante anche per capire se la stessa germania che a tutti gli effetti conduce effettivamente Eurogruppo come se essa fosse lo stato ipù importante tra tutti, ma in un certo senso lo sono, basta vedere in questo caso greco, come si sono comportati, Francia e Germania, prima hanno parlato tra di loro e poi hanno interessato tutti gli altri, questo dimostra chiaramente che è la Germania e la Francia a comandare in Europa e che in realtà, non è un Europa a 12 o 28 paesi come sembrava fin dall’inizio che in realtà sono i due paesi econopmicamente iù forti che gestiscono tutti gli interessi, verso se stessi, quindi un crollo dell’Europa porterebbe problemi anche loro, anche se sono dell’opinione che loro ne risentirebbero molto di meno. 
Se osserviamo l’atteggiamento di tutti i cai di stato nei rapporti interni all’europarlamento, è proprio di sudditi, io osservo sempre come si comportano tra di loro, la Merkel pare aver assunto un atteggiamento da capo di stato maggiore, Hollande il braccio destro, e gli altri i vassalli, tutti proni ed educati, quasi sottomessi, ma dico io, sono capi nelle loro nazioni e in europa non valgono nulla, ma allora che cavolo di europa è a che serve realmente per far bene a chi ai lro rispettivi stati o alla Grande germania, vediam anche il caso ISIS, è intevenuta la germania nel caso immigrati? ma non di certo, ora un po perchè a forza di strillare, si sono fatti avanti, ma sempre cautamente, si capisce che per loro il caso non gli riguarda, per cui dove sta realmente l’europa? Non certo nella protezione dei suoi confini e come potrebbe fronteggiare realmente un attacco di qualsiasi tipo, se a tutti gli efeftti la sovranità di ogni nazione è ancora saldamente nelle mani delle nazioni stesse? L’europa attualmente è incapce di proteggere i suoi confini, ogni stato deve pensare da se, ma allora a che serve l’ueropa unita se i compiti di protezione non ci sono? Gli USA sono coesi, e la protezione esiste realmente, in Europa non esiste, ognuno si arraggia, ma questo significa, che è un eruropa che mangia soldi, che in camera denari degli altri stati, non certo per proteggere i suoi confini, perchè una Germania e una Francia che chiudono le frontiene e si disinterssa totalmente delle sorti degli altri stati membri significa che l’unione europea è una scusa per altre ragioni e che a tutti gli effetti non sussite nessuna Europa che è solo un pezzo di carta e una bandiera che a conti fatti non esiste. Uno stato per come io lo intendo deve eavere un suo esercito unico, un armamentario unico e che deve proteggere tutti suoi confini non che ogni singolo stato si arrangia, allora neppure l’Europa esiste, che abbiamo creato un Europa a fare, per condizionare negativamente le economie più deboli e renderle ancora più deboli, allora la scelta della Grecia dico che è giusta, forse proprio la Grecia si è resa conto della fregatura.
Quel che non ho mai compreso perchè i singoli stati dovevano portare tutti i loro soldi e le loro riserve auree in Germania? Mi parrebbe un capestro per incastrare le singole nazioni a rimanere vincolate ad un patto che potrebbero svincolarsi, pena la perdita delle loro fortune, ma  temo che le fortune le perderanno egualmente, non credo proprio che la Germania restituirà nulla a nessuno. E curiosamente parlando solo la Germania, ha avuto una crescita economica vertiginosa da quando ha incamerato le risorse auree di molti stati, mi chiedo come mai? E come mai la medesima cosa non è avvenuta paralleamente anche con gli altri stati, se la questione Europea è distribuita equalmente! Se la banca centrale europea fa gli interessi di tutti?

Ma torniamo al messaggio profezia realizzato non ancora del tutto, perchè una data effettiva non c’è, anche se diceva 7 anni partendo dal 6 luglio 2008 – fino al 6 luglio 2015 , ma sicuramente senza una data precisa definita nel messaggio è da intendersi dal 6 in poi, quindi c’è un margine, se però dice sarà la fine, significa che Dio sà bene e ha visto bene che in questo futuro, cioè attuale presente, quest situazione farà crolare la fiducia del mondo verso l’europa e questo evento greco determinerà la fine dell’europa e la fine cioè l’inizio di altri problemi, che porteranno alle fine effettiva del mondo che conosciamo…

Volevo dire un altra cosa, penso che l’anticristo tutti noi lo abbiamo visto in questi giorni, ma il mio è solo un sospetto! Vedremo se sarà confermato più avanti. forse non è un ebreo-islamico o per lo meno non appare che lo sia….vedremo …