IL DRAGO E LA PROSTITUTA

by Boanerges (John)Yhwhnn

 
fonte foto
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Apocalisse 17

1 Allora uno dei sette angeli che hanno le sette coppe mi si avvicinò e parlò con me: «Vieni, ti farò vedere la condanna della grande prostituta che siede presso le grandi acque.
 
indica vicinanza.
le grandi acque“
cioè come descrive più in basso, sono popoli, genti lingue, etc, quindi una grande moltitudine, di popoli, possiamo dire una babele, infatti poi la chiama babilonia cioè confusione.
2 Con lei si sono prostituiti i re della terra e gli abitanti della terra si sono inebriati del vino della sua prostituzione». 
Cosa significa  si sono prostituiti i re della terra  non significa che hanno fatto sesso, come qualcuno erroneamente può aver pensato, ma significa che hanno stretto accordi e alleanze.
Il termine prostituire sta ad indicarsi cedersi, vendersi, dare qualcosa, fare qualcosa insieme, in comune accordo, quindi indice di alleanze ed accordi, però la parola ha un senso negativo del termine intende dire che questa città si è data al maligno e ha smentito se stessa, la sua discendenza divina. Dobbiamo chiederci quale nazione ha fatto più alleanze e accordi sulla terra, al giorno d’oggi non 2000 anni fa.
Qual’è la nazione che ha tramato, bramato, con tutti i governi cioè i Re, Presidenti, capi di stato della terra? Vediamo di capire, 2000 anni fa lo stato più potente della terra conosciuta era sicuramente quello Romano, oggi, Roma non è certamente più quello stato, per cui altri sono diventati gli stati più ricchi e potenti della terra, sappiamo tutti che la nazione che ha maggiormente tramato, ed è venuta ad accordi con tutte le nazioni del mondo, è Israele, infatti gli ebrei si sono espansi silenziosamente in tutto il mondo da quando lo stato d’Israele fu smembrato, ma solo 1967 si è ricostituito, e mediante il sionismo e il comunismo da loro stessi abbracciato, hanno portato in tutto il mondo la loro “prostituzione” ed oggi mediante la massoneria è evidentissima questa loro azione nel mondo, quasi tutte le nazioni si sono ad essi prostrati, legandosi strettamente all’interno di famiglie tutte di origine ebraica, non c’è governo che non abbia ai sui vertici un appartenente di origine ebraica o un affiliato massone, non parliamo poi delle famiglie ebraiche-massoniche che reggono il potere del mondo, quindi sempre Israele dietro a tutto ciò. Ma per essere ancora più potenti e regnare anche su altri, la massoneria si è estesa anche all’interno della Chiesa ancora in tempi remoti, per cui anche la chiesa stessa si è legata ad essa, e molti pontefici erano di origini ebraiche o massoni. Infatti da sempre la chiesa ha assecondato il volere di Israele considerandosi quasi un tutt’uno. Per questo dico, che anche Roma è simile a Gerusalemme ed anzi dico che questa profezia parla di entrambe le città. Entrambe siedono su sette colli, e presso grandi acque, anche con Roma cioè lo stato della Chiesa si sono prostituiti ai re della terra prima che lo facessero con Israele, per cui la questione è consequenziale, prima Roma poi essa ha passato lo scettro ad Israele. Come se le due città fossero in realtà una sola. E’ Israele che vuole l’unificazione delle tre religioni monoteistiche sotto un unico credo si serve della chiesa cattolica romana per attuare questo scopo, perché in Gerusalemme ci sarà questa la collocazione del Nwo mondiale delle religioni, in pratica esiste già perché in Gerusalemme esistono Ebraismo, Cristianesimo e Islam.
“gli abitanti della terra si sono inebriati del vino della sua prostituzione». “ 
invece questo espressione sta ad indicare che gli abitanti di tutta la terra hanno voluto credere a tutte le frottole che costoro hanno inventato. Inebriarsi sta a significare che hanno bevuto di quello che costoro hanno propinato, inventato e creato per confondere le acque e che il mondo ha dormito su quello che questa nazione nel mondo ha voluto creare; infatti oggi si dice che le nazioni sono tutte propense verso Israele, e guai a chi gli si mette contro, o vieni ammazzato, o vieni fatto passare per pazzo, o vieni tacitato in diversi modi, tanto per dire quanto costoro controllano tutto il mondo. Gli uomini nel mondo hanno voluto credere a costoro, senza porsi se quanto ascoltavano era la verità. Si sono ubriacati delle alleanze fatte, hanno creduto alle menzogne. Questo è quello che rivela questo brano dell’apocalisse. Questo significa che il mondo crederà sempre alle menzogne di costoro, infatti vediamo le TV, i media, i governi, le magistrature, le monarchie anche religiose, tutto in questo mondo è sotto il dominio d’ Israele, nessuno si opporrà, a parte che diciamoci la verità, come potremo opporci, visto che essi dominano la tecnologia e ogni altra forma di libertà? Impossibile, per cui anche se affermiamo la verità, ma il mondo è talmente succube di costoro che una voce fuori dal coro, non cambia proprio nulla, anzi viene totalmente ignorata.
3 L’angelo mi trasportò in spirito nel deserto. Là vidi una donna seduta sopra una bestia scarlatta, coperta di nomi blasfemi, con sette teste e dieci corna. 
Nel deserto 
è la collocazione reale dove si trova questa città, cioè sta nei pressi di un deserto, una zona desertica cioè brulla, il termine deserto che poteva anche essere espresso come “tartaro”, potrebbe prendere anche altri sensi, come un luogo dove convergono molte razze, molte religioni, cioè tutto quello che esiste arriva in questo luogo, il deserto infatti è composto da particelle di sabbia che viene spostata dal vento, questa azione indica proprio il rimescolamento di tutto quello che esiste, cioè un luogo dove c’è di tutto, un luogo caotico. Il deserto sembra un luogo di pace, ma è anche luogo di tentazioni, è luogo arido, un luogo bruciato dal sole, e freddo nella notte, ha tutte le caratteristiche di un inferno anziché un paradiso.
Questa città porta il nome di una donna. Sempre in apocalisse la Città Celeste si chiama Gerusalemme, ma dice una cosa particolare che le da una connotazione femminile, scende dal cielo come una sposa. Quindi si comprende che si tratta principalmente di Gerusalemme la città descritta in questo capitolo.
La donna siede su una bestia rossa
cioè la cavalca ciò significa che questa donna che è appunto la città che domina la bestia scarlatta.
La donna siede sopra alla bestia che altro non è che il drago cioè la massoneria(viene da Israele), mentre la donna che siede sopra la bestia, è Roma che si è prostituita alla bestia.
Questa bestia è di pelle rossa, cioè ha la sua anima è rossa, il rosso è indice di aggressività, di sangue, di fuoco, ma colore scarlatto e non altri, indica qualcosa di preciso, per trovare un altro colore identico dobbiamo andare nel Sancta Sanctorum del tempio di Gerusalemme, i veli del tempio sono di color scarlatto, quindi ancora una volta si nomina indirettamente Gerusalemme, in questo caso però con una connotazione negativa, sempre in Apocalisse quando si parla del drago rosso, si fa riferimento a Satana, nella storia poi, abbiamo che satana è l’ispiratore di alcune filosofie, come il nazismo-fascismo, il comunismo, che per altro adotta una bandiera rossa per cui la bestia è Satana, cioè nel suo rappresentante di una società la massoneria.
Coperta di nomi blasfemi 
dice che la donna è ammantata e rivestita di cose blasfeme, eresie, bestemmie, offese alla divinità, sta ad indicare che si oppone a Dio, che attua una religione satanica=massoneria.
4 La donna era ammantata di porpora e di scarlatto, adorna d’oro, di pietre preziose e di perle, teneva in mano una coppa d’oro, colma degli abomini e delle immondezze della sua prostituzione.
Qui parola di Roma, (Vaticano), la descrizione è proprio degli abiti del clero che usa durante le funzioni, però sta anche ad indicare i riti satanici, perché questi si compiono sempre usando un abbigliamento simile, e nella coppa si mescolano cose abominevoli, quando dice colma degli abomini delle immondezze della sua prostituzione, sta ad indicare quello che questa donna (Clero romano) fa come peccati contro Dio, cioè omosessualità, pedofilia, bestemmie, eresie, prostituzione, muta la legge di Dio, approva cosa che non deve approvare, scomuniche, ect. Questo intende dire il pezzo.
Cosa significa questo: fa capire che i re della terra e i potenti del mondo per arrivare agli accordi e alle alleanze lo faranno mediante atti di vera prostituzione cioè riti satanici dove vi sia sesso, nelle forme di abomini cioè omosessualità, sodomia; per immondezze s’intende tutto quello che è impuro; quindi il rito satanico serve come visto per divenir appartenente.
5 Sulla fronte aveva scritto un nome misterioso: «Babilonia la grande, la madre delle prostitute e degli abomini della terra».
Babilonia la grande cioè la grande confusione di genti, popoli, lingue, religioni, ecc.
Ora nell’antica Roma, le prostitute portavano sulla loro fronte un nome per indicare il lavoro di meretrice. Quindi qui riporta in sostanza questo simbolismo, per dire che la città di babilonia che non è l’antica babilonia, ma dice la Grande indicando come una babilonia ancora più grande di quella antica, dove costei pone sulla sua fronte un simbolo indicante quello che è, come dire un riconoscimento per la quale tutti sapranno che lei è quella città e andrà fiera di porre quel nome su di se, perché tutti gli uomini lo considerino un segno ben preciso di importanza. Possiamo dire come una conquista sociale, si definirà la capostipite di tutta la prostituzione e gli abomini che stanno su tutta la terra, possiamo dire si marchierà con quel simbolo.
6 E vidi che quella donna era ebbra del sangue dei santi e del sangue dei martiri di Gesù.
Al vederla, fui preso da grande stupore.
Ebbra significa ubriaco stordito, ma anche rivestito, come dire rosso, quindi ebbra del sangue dei santi e dei martiri di Gesù, indica i perseguitati a causa della parola di Gesù da quanto Egli risorse. Le persecuzioni sono iniziate subito sia con Paolo di Tarso poi diventato apostolo, e che poi con molti altri persecutori sempre in terra d’Israele, successivamente con i romani stessi e poi via via nel tempo in molte altri parti del mondo, sopratutto però sempre nell’area euroasiatica. Per quello che dico che non si parla solo di una sola Città, ma di due Gerusalemme e Roma per poi tornare in Israele.
( Gerusalemme → Roma → Gerusalemme)
7 Ma l’angelo mi disse: «Perché ti meravigli? Io ti spiegherò il mistero della donna e della bestia che la porta, con sette teste e dieci corna.
Che la porta, significa che la sorregge e le da risalto.
8 La bestia che hai visto era ma non è più, salirà dall’Abisso, ma per andare in perdizione.
Salire dall’Abisso significa dall’oscurità, per divenir visibile, cioè manifestarsi. Il resto lo spiego più avanti.
E gli abitanti della terra, il cui nome non è scritto nel libro della vita fin dalla fondazione del mondo, stupiranno al vedere che la bestia era e non è più, mariapparirà.
Vediamo di capire il passaggio.
Dice che era ma non è più, salirà dall’Abisso ma per andare in perdizione… “era e non è più, ma riapparirà.”
Vediamo Giovanni apostolo scrive questo testo mentre si trovava ad Efeso, verso la fine dei suoi anni, sappiamo che è morto attorno all’anno 98-99 d.C. Si, sa per certo che Gerusalemme venne distrutta nel 70 d.C. da un incendio, specie il tempio.
Quindi dice era inizialmente persecutrice di Cristo e degli apostoli e dei primi cristiani, ma poi non è più, primo perché venne distrutta nel 70 d.C, e poi perché passò il suo scettro a Roma che divenne la nuova persecutrice dei Cristiani. Poi afferma che riapparirà, intende dire che dopo un certo lasso di tempo la prima città persecutrice dei Cristiani si riconfermerà e riprenderà il suo ruolo che aveva in origine.. Salirà dall’Abisso, indica che riprenderà il suo ruolo il suo posto quello che aveva in origine, di colei che mediante il principe dell’abisso cioè satana, si riconfermerà la città che domina sul mondo, ma per andare in perdizione.
Il questo caso il termine abisso, prende una connotazione di oscuramento, di oppressione, sotto tono, di tener nascosto, celare qualcosa.
gli abitanti della terra, si meraviglieranno”
cioè saranno stupiti della sua abilità nel risorgere a com’era in origine e per questa ragione, gli daranno onori, perché la vedranno come una grande città potente in tutto il mondo.
“E gli abitanti della terra, il cui nome non è scritto nel libro della vita fin dalla fondazione del mondo,”
Il passo è chiaro per far capire che non tutti gli abitanti del pianeta terra sono scritti nel libro della Vita Eterna, per cui costoro saranno i primi ad adorala, e i primi a seguire quanto questa Donna(città) farà.
Roma e Gerusalemme hanno un legame tra di loro, che sta nella religione, Gerusalemme è la culla della fede, nella quale nasce l’ebraismo, poi si origina il Cristianesimo che approda a Roma capitale dell’impero, però a Roma il Cristianesimo diventa grande e potente; in un momento successivo pian piano inizia anche questo il suo declino a favore di nuovo d’Israele che oggi è sotto gli occhi di tutti, ecco che inizia l’epoca del suo tentativo di uscire dall’abisso in cui il mondo antico l’aveva rilegata.
9 Qui ci vuole una mente che abbia saggezza. Le sette teste sono i sette colli sui quali è seduta la donna; e sono anche sette re.
Il numero sette ha una connotazione importante nella scrittura è indicativo principalmente dello Spirito in generale, infatti come scritto nei vangeli un demonio si fa aiutare da altri sette, quindi si comprende che il sette è un numero divino che identifica tutti gli spiriti sia di una parte che dell’altra, per cui dire 7 teste, 7 colli, 7 re, sta ad indicare una misura, che sta nel 7, Teste=Colli=Re.
Cosa fa di un Re un re? Una corona essa sta sopra ad una testa e sopra un collo. Quindi la testa è coronata che è agganciata al corpo della bestia mediante un collo che la rende mobile. Ciò significa che la bestia cioè Gerusalemme(Israele) domina su sette Re o Regni, cioè domini. La donna cioè Roma (Vaticano) è seduta sopra questa bestia che altro non che il drago, satana= massoneria. Questo fa capire lo stretto rapporto tra i due soggetti, possiamo dire di complicità, ognuno dei due protegge l’altro. Infatti sappiamo che nella Chiesa Romana esiste il clero massonico ecco il legame che c’è con la massoneria non ecclesiastica.
10 I primi cinque sono caduti, ne resta uno ancora in vita, l’altro non è ancora venuto e quando sarà venuto, dovrà rimanere per poco.
I primi 5 sono caduti, intanto bisogna capire da quale tempo si parte, ma stando alle parole dell’angelo, si riferisce esattamente ad un tempo prima della profezia stessa, per cui 5 Re sono caduti, cioè i 5 ultimi Regni della dinastia degli Erodiani appartenenti alla dinastia degli Asmonei (Edomiti, popolo arabo). In pratica la frase dice che il regno di satana è iniziato con il primo degli Erodiani, e quindi Dio non considera validi gli ultimi 5-6 Re d’Israele, perché nel primo secolo a. C. i rabbini intervengono sulla scrittura producendo una legge molto rigida da ciò si comprende che questo non era gradito a Dio, perché se i 7 re della bestia partono dal periodo erodiano significa proprio questo.
Ne resta uno ancora in vita cioè il sesto(6), probabilmente è questo il Re d’Israele di cui parla la profezia cioè Erode Agrippa II di cui non si conosce l’anno esatto della morte ma forse si presume attorno 100 d.C. visto le insurrezioni e gli attacchi dei romani esso si spostò a Roma. Nel 70 d.C c’è stata la distruzione del tempio, ad opera di un incendio causato dalle truppe di Tito, per cui Giovanni dovrebbe aver ricevuto l’apocalisse prima della morte di Agrippa II, che è il sesto re della profezia. Dopo il 70 d.C. i Re di discendenza antica dei Re d’Israele non ci sono più, quindi finisce effettivamente quello che era il retaggio antico. Tant’è vero che distrutto il tempio, i tributi venivano versati in onore alla divinità di Giove capitolino, facendo comprendere che Israele non credeva più ad un solo Dio ma un panteon di dei.
Ora dire l’altro non è ancora venuto quello che deve venire è uno solo, che sarà Re d’Israele in un tempo diverso, quando Israele ripristinerà il regno. Dopo la caduta dell’ultimo Re d’Israele per circa 2000 anni non c’è ne più stato uno della casa di Davide e nemmeno gli ultimi 6 lo erano, quindi per forza di cose deve essere un discendente Ebraico a far risorgere il regno d’Israele. Dopo 1967 quando Israele si rifonda come stato, nessun Re è stato eletto in Israele, è diventato uno stato con un capo di stato, che non è re.
e quando sarà venuto, dovrà rimanere per poco.”
Quindi pare che sia un Erodiano che rimarrà poco tempo, cioè il settimo.
11 Quanto alla bestia che era e non è più, è ad un tempo l’ottavo re e uno dei sette, ma va in perdizione.
è ad un tempo “ cioè contemporaneamente, nello stesso momento o stessa persona, indica che costui è il settimo e l’ottavo assieme.
Vediamo di contare quanti erodiani Re di Giudea, Galilea, ci sono stati:
  1. Erode Agrippa II dal 44 d.C. – sicuramente è morto prima del 100 d.C. a Roma.
  2. Erode Agrippa I sale al potere nel 39 d.C. nel 44 mette in prigione Pietro liberato dall’angelo.
  3. Erode Antipa 4. a. C. al 39 d.C.
  4. Erode Ascalonia detto Il Grande sale al potere nel 73 a.C. fino a 4 d.C.
  5. Erode Antipatro II
  6. Erode Antipatro I il capostipite dei Asmonei(Maccabeo)(Edomiti)
Se il sesto e ultimo della dinastia degli Erodiani, era Erode Agrippa II, significa che il settimo deve venire, ma fa capire qualcos’altro forse un discendente degli Erodiani in linea di sangue, che in 2 millenni, ha continuato la discendenza, potrebbe essere effettivamente qualcosa del genere un Asmoneo cioè un Edomita, che diventa l’ ottavo, però dice appartiene ai uno dei sette, se sono morti i 6, il settimo ancora non c’è, ciò significa che è lo stesso ottavo.
è ad un tempo l’ottavo re e uno dei sette,”
Potrebbe essere che questa indicazione non tratti di un soggetto vivo, ma del nome di uno dei 6 re Erodiani, come dire che l’ottavo cioè il settimo prenderà o avrà, uno di questi nomi o cognome, dei sei Re Erodiani, potrebbe essere inteso in questo senso, perché se i 5 erano già morti quando l’angelo parla a Giovanni, perché glielo fa notare, se non avesse importanza per capire chi può essere il settimo? Invece ha importanza! E il sesto era ancora in vita quando gliene ha parlato, poi ovviamente è morto perché dice che rimarrà per poco; significa anche che il settimo deve essere un discendente, che forse ha il nome o cognome di uno dei 6 Re morti, potrebbe essere che un soggetto X ebreo appunto un discendente degli Asmonei(Maccabei)-Edomita, prenderà o ha come nome o cognome, uno di questi, diventando il settimo che è lo stesso ottavo.
C’è però da dire una cosa, dopo Erode Agrippa II vi era un altro Erodiano che gli fu affidata una altra regione, ma non la Galilea ne a Giudea e si chiamava Filippo che ha dominato quella regione per 30anni, potremo dire che forse nella conta dei nomi ci potremo mettere anche questo.
Il problema è capire dove e quando il settimo cioè l’ottavo emergerà, che è l’anticristo.
12 Le dieci corna che hai viste sono dieci re, i quali non hanno ancora ricevuto un regno, ma riceveranno potere regale, per un’ora soltanto insieme con la bestia.
Con il termine re non si intende sempre monarchi, potrebbero esserlo, anche no, è probabile che siano governatori di stati, tipo presidenti, e/o figure con grande ricchezza, ma anche vescovi. papa.
non hanno ancora ricevuto un regno” questo mi fa pensare che siano come dei re nel loro piccolo, ma senza un regno, mi fa pensare ai dei vescovi o cardinali, o qualche governatore o qualche personaggio ricchissimo. Sono re, ma non hanno un regno, il re senza regno non vale nulla.
Riceveranno “ tempo futuro, quando l’ottavo che è il settimo si mostra.
Per un ora,” parla di un tempo molto corto, come se questo servisse solo per attuare un operazione, di trasferimento poteri e ricchezze.
13 Questi hanno un unico intento: consegnare la loro forza e il loro potere alla bestia.
In sostanza è così:
Dopo l’insediamento dell’anticristo a nuovo re d’Israele, che farà risorgere il regno, esso nominerà 10 re che altro non sono che capi di stato, Vescovi, che gli daranno potere e lo confermeranno, dice che egli darà a questi un regno con una durata di un sola ora, come se fossero re precari, che gli servono solo per ottenere maggior potere e poi non ne avrà più bisogno.
14 Essi combatteranno contro l’Agnello, ma l’Agnello li vincerà, perché è il Signore dei signori e il Re dei re e quelli con lui sono i chiamati, gli eletti e i fedeli».”
Quindi l’elezione di questi 10 protagonisti a re momentanei ha il valore di consegnare all’anticristo il loro potere economico, politico, militare, religioso ma anche di divenire servi della Bestia e essere usati per combattere Gesù Cristo e ovviamente tutti coloro che gli si oppongono all’anticristo.
15 Poi l’angelo mi disse: «Le acque che hai viste, presso le quali siede la prostituta, simboleggiano popoli, moltitudini, genti e lingue.”
dire “presso” significa vicino, s’intende anche che ne beneficia.
16 Le dieci corna che hai viste e la bestia odieranno la prostituta, la spoglieranno e la lasceranno nuda, ne mangeranno le carni e la bruceranno col fuoco.
I 10 re e la bestia dopo aver usato la grande città che ha sottomesso a se le nazioni del mondo, come atto finale la saccheggeranno, porteranno via ogni cosa da essa, lasciandola senza nulla, mangiare le carni sta ad indicare che uccideranno ogni essere vivente che troveranno in essa, ed infine sarà bruciata in un grande rogo, forse dato da un bomba atomica.
17 Dio infatti ha messo loro in cuore di realizzare il suo disegno e di accordarsi per affidare il loro regno alla bestia, finché si realizzino le parole di Dio.
I dieci re della bestia dopo aver eliminato la prostituta, faranno esattamente quanto è scritto nella profezia, quindi consegneranno il loro regno totalmente alla bestia, così la profezia (profezia) di Dio sarà realizzata.
18 La donna che hai vista simboleggia la città grande, che regna su tutti i re della terra».
Notare un particolare al punto 17,16 chiama questa donna prostituta, perché al punto 17,18 la chiama donna, ha cambiato persona, come se le donne fossero due, la prima è una prostituta, la secondo è una donna, questo fa capire che la prima donna prostituta è stata distrutta, cioè Roma, la seconda donna che simboleggia la grande città che regna su tutti i re della terra è Gerusalemme in questo caso si cambia soggetto, quindi la prima è la donna che prostituisce vine uccisa, e prende il suo posto sempre una donna che non si prostituisce ma domina su tutta la terra. E’ sempre la stessa donna solo che cambia la sua natura. Da prostituta diventa sovrana, dominatrice. Questi due versetti indicano un passaggio di potere, da Roma a Gerusalemme., quindi la donna che cavalca la bestia rimane sempre donna ma perde la caratteristica di essere prostituta e diviene regina.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
La città citata da Giovanni nell’apocalisse deve avere queste caratteristiche.
 
Leggiamo dal testo apocalittico.
Essere costruita su 7 colline, presso un deserto che può anche avere un altro senso, avere in se una popolazione molto varia, con tutte le religioni del mondo e di tutte le lingue, deve essere una città di grossi scambi commerciali, molto ricca, cita i porti e navi, quindi non deve stare troppo lontana da un porto marittimo o fluviale, dice che è una grande città in altre parti la chiama immensa città.
Però il termine grande non indica solo la dimensione della città, e poi oltretutto è banale come soluzione, potrebbe alludere invece alla sua importanza strategica, e anche militare, come potenza di fuoco, visto che Israele dispone di molte armi nucleari e un esercito tra i migliori nel mondo, tutti si tendono a pensare che sia una città di grandi dimensioni, forse in questo discorso il termine grande è stato messo di proposito per celare quale possa essere realmente la città, perché secondo me non indica la dimensione ma l’importanza che ha nel mondo, come fulcro a cui tutte le nazioni guardano e a cui tutte le città quasi prendo ordini, il suo potere di dominare il mondo, grande è inteso come dominio sulle altre città.
Quando dice che sopra alle teste ha 10 corna, fa capire che probabilmente le corna sono torri oltre che essere 10 re o governanti, è facile che ci siano 10 torri o qualcosa di analogo, tipo campanili, minareti, poi ha avuto 7 re di cui 6 sono morti, uno deve venire.
Se fosse Roma, non vive in un lusso sfrenato direi proprio di no, specie in questo tempo, che appunto è il tempo dell’apocalisse, per cui mi fa pensare che non sia Roma per quanto assomigli in molti aspetti. Per il trovare il lusso sfrenato come descritto dovremo andare presso le città asiatiche come Dubai, a meno che Roma non sia un eufemismo per dire il Vaticano, cambierebbe il discorso
Vediamo le città che sono costruite sopra a sette colline, Roma, Gerusalemme, Praga, Mosca, Istanbul, Edimburgo, Lisbona, Seattle, Bruxelles, Asunçion, Nevada, Bamberg, Kampala, Mecca, Tirumala, Dunedin, Richmond .
  1. Quelle più grandi come estensione di queste sette:
Dunedin 3314km2
Mosca 2511Km2
Istanbul 1539Km2
Roma 1285km2
Mecca 1200km2
Tutte le altre sono piccole compresa Gerusalemme
  1. Grandi come potere nel mondo delle sette:
Gerusalemme sicuramente la prima in testa.(Israele-Ebrei-Massoneria)
Roma (Vaticano)
Mecca (Islam)
Mosca (Russia)
Istanbul
……………….
Quando dice immensa città si riferisce a Roma come estensione, mentre con grande città s’intende nel potere di questa, non nella dimensione.
Però sono propenso a credere che non stiamo parlando realmente di una città ma di qualcosa di diverso, che ha sede in diverse città del mondo, come una società che ha come città principale Gerusalemme poi succursale Roma e altre di appoggio.
Nella descrizione apocalittica, in tutta il testo della rivelazione sembra che le parole descrivano questa presunta città, in realtà nascondano una simbologia, quasi ad indicare uno stemma o una raffigurazione riguardante proprio questa società.
Ripercorriamo un attimo.
Abbiamo la bestia con le 7 teste, 7 colli, 7 re, e 10 corna principalmente questo è il simbolismo.
Potrebbe indicare l’ordine del drago, che altro non sarebbe che la massoneria-Illuminati.
Il senso reale è questo il drago è un soggetto unico rappresentato dalla bestia cioè Gerusalemme o Israele e quindi dalla massoneria, i sionisti, cioè la città su cui siede la prostituta, che è Roma. In pratica Roma si è venduta alla Massoneria che è di stampo Ebraico e in questo non ci piove, per cui la condanna è doppia non è intesa solo per una sola città, ma per due quindi al termine di questo periodo quando verrà l’anticristo e poi la distruzione, non verrà distrutta solo Roma ma anche Gerusalemme essendo che essa rappresenta il Drago, che ha soggiogato il mondo, (grande città) su cui la Prostituta Roma(Vaticano) è seduta. Ecco il perché l’anticristo poi distrugge Roma, la spoglia perché esso non si trova a Roma ma Gerusalemme la distrugge perché non gli serve più, ha svolto il suo compito, quello di ammaliatrice i potenti del mondo, e il popolo, in pratica mediante un azione astuta qualcuno nella clero, sta cambiando la dottrina, e sta portando il popolo ad asseconda la volontà del drago, fingendosi dalla parte di Cristo, cioè in pratica recita una parte, un copione già scritto e la sua azione è quella di mutare la legge a favore della società umana, e delle sue pretese, contro il volere di Dio, per far questo questo il clero,(Roma),lentamente cambia la legge e la parola di Cristo, apportando modifiche sempre più sostanziose, sotto la battente richiesta di un mondo perverso. E quello che oggi giorno stiamo assistendo è proprio questo. Si arriverà al punto che la massoneria si sentirà così forte da uscire allo scoperto e dettar legge, ora lo fa ancora di nascosto.
Ecco perché in tutto il testo apocalittico è ripetuto diverse volte il discorso della distruzione di questa città che in realtà sono due una rappresentata dal drago(bestia) cioè la massoneria ebraica(Israele), e la prostituta che è seduta sopra, altro non è che Roma(Vaticano) quindi l’anticristo che è il settimo, lo stesso Ottavo che deve essere di origine Ebraica proveniente dalla stirpe degli Erodiani, cioè degli Edomiti.
Una profezia che parla dell’anticristo da chi sarebbe nato è possibile che sia vera, nel senso che direbbe che esso ha per madre una falsa religiosa Ebrea, e per padre un Vescovo cattolico forse sempre Ebreo, potrebbe essere vera.
Il capitolo di 18esimo parla di come Roma verrà distrutta.
Nel capitolo 19esimo si parla che Yeshua verbo di Dio mendiate la parola ucciderà tutti coloro che avranno adorato la bestia e avranno avuto liberamente il suo marchio, condannerà l’anticristo il falso profeta alla dannazione eterna, e ciò avverrà in Israele. Questo è l’epilogo finale.
Il capitolo 20esimo in sintesi tratta della carcerazione di satana per 1000 anni; Dio dono il giudizio ad alcune anime; “Vidi anche le anime dei decapitati a causa della testimonianza di Gesù e della parola di Dio, e quanti non avevano adorato la bestia e la sua statua e non ne avevano ricevuto il marchio sulla fronte e sulla mano. Essi ripresero vita e regnarono con Cristo per mille anni”
Questo significa che chi muore per Cristo risorge! Questa dovrebbe essere un buon motivo per tutti i fedeli in Dio che costoro se accetteranno per amore di Dio la loro sorte verranno risorti, quindi il martirio, non è vano, c’è la promessa nel libro della rivelazione che i credenti in Cristo risorgeranno e vivranno con Gesù per 1000 anni, da vivi.
“6 Beati e santi coloro che prendono parte alla prima risurrezione. Su di loro non ha potere la seconda morte, ma saranno sacerdoti di Dio e del Cristo e regneranno con lui per mille anni.”
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Il resto è di un altro tempo!

Mi raccomando appropriatevi subito il testo….