IL DRAGO E LA PROSTITUTA

by Boanerges (John)Yhwhnn

 
fonte foto
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

Apocalisse 17

1 Allora uno dei sette angeli che hanno le sette coppe mi si avvicinò e parlò con me: «Vieni, ti farò vedere la condanna della grande prostituta che siede presso le grandi acque.
 
indica vicinanza.
le grandi acque“
cioè come descrive più in basso, sono popoli, genti lingue, etc, quindi una grande moltitudine, di popoli, possiamo dire una babele, infatti poi la chiama babilonia cioè confusione.
2 Con lei si sono prostituiti i re della terra e gli abitanti della terra si sono inebriati del vino della sua prostituzione». 
Cosa significa  si sono prostituiti i re della terra  non significa che hanno fatto sesso, come qualcuno erroneamente può aver pensato, ma significa che hanno stretto accordi e alleanze.
Il termine prostituire sta ad indicarsi cedersi, vendersi, dare qualcosa, fare qualcosa insieme, in comune accordo, quindi indice di alleanze ed accordi, però la parola ha un senso negativo del termine intende dire che questa città si è data al maligno e ha smentito se stessa, la sua discendenza divina. Dobbiamo chiederci quale nazione ha fatto più alleanze e accordi sulla terra, al giorno d’oggi non 2000 anni fa.
Qual’è la nazione che ha tramato, bramato, con tutti i governi cioè i Re, Presidenti, capi di stato della terra? Vediamo di capire, 2000 anni fa lo stato più potente della terra conosciuta era sicuramente quello Romano, oggi, Roma non è certamente più quello stato, per cui altri sono diventati gli stati più ricchi e potenti della terra, sappiamo tutti che la nazione che ha maggiormente tramato, ed è venuta ad accordi con tutte le nazioni del mondo, è Israele, infatti gli ebrei si sono espansi silenziosamente in tutto il mondo da quando lo stato d’Israele fu smembrato, ma solo 1967 si è ricostituito, e mediante il sionismo e il comunismo da loro stessi abbracciato, hanno portato in tutto il mondo la loro “prostituzione” ed oggi mediante la massoneria è evidentissima questa loro azione nel mondo, quasi tutte le nazioni si sono ad essi prostrati, legandosi strettamente all’interno di famiglie tutte di origine ebraica, non c’è governo che non abbia ai sui vertici un appartenente di origine ebraica o un affiliato massone, non parliamo poi delle famiglie ebraiche-massoniche che reggono il potere del mondo, quindi sempre Israele dietro a tutto ciò. Ma per essere ancora più potenti e regnare anche su altri, la massoneria si è estesa anche all’interno della Chiesa ancora in tempi remoti, per cui anche la chiesa stessa si è legata ad essa, e molti pontefici erano di origini ebraiche o massoni. Infatti da sempre la chiesa ha assecondato il volere di Israele considerandosi quasi un tutt’uno. Per questo dico, che anche Roma è simile a Gerusalemme ed anzi dico che questa profezia parla di entrambe le città. Entrambe siedono su sette colli, e presso grandi acque, anche con Roma cioè lo stato della Chiesa si sono prostituiti ai re della terra prima che lo facessero con Israele, per cui la questione è consequenziale, prima Roma poi essa ha passato lo scettro ad Israele. Come se le due città fossero in realtà una sola. E’ Israele che vuole l’unificazione delle tre religioni monoteistiche sotto un unico credo si serve della chiesa cattolica romana per attuare questo scopo, perché in Gerusalemme ci sarà questa la collocazione del Nwo mondiale delle religioni, in pratica esiste già perché in Gerusalemme esistono Ebraismo, Cristianesimo e Islam.
“gli abitanti della terra si sono inebriati del vino della sua prostituzione». “ 
invece questo espressione sta ad indicare che gli abitanti di tutta la terra hanno voluto credere a tutte le frottole che costoro hanno inventato. Inebriarsi sta a significare che hanno bevuto di quello che costoro hanno propinato, inventato e creato per confondere le acque e che il mondo ha dormito su quello che questa nazione nel mondo ha voluto creare; infatti oggi si dice che le nazioni sono tutte propense verso Israele, e guai a chi gli si mette contro, o vieni ammazzato, o vieni fatto passare per pazzo, o vieni tacitato in diversi modi, tanto per dire quanto costoro controllano tutto il mondo. Gli uomini nel mondo hanno voluto credere a costoro, senza porsi se quanto ascoltavano era la verità. Si sono ubriacati delle alleanze fatte, hanno creduto alle menzogne. Questo è quello che rivela questo brano dell’apocalisse. Questo significa che il mondo crederà sempre alle menzogne di costoro, infatti vediamo le TV, i media, i governi, le magistrature, le monarchie anche religiose, tutto in questo mondo è sotto il dominio d’ Israele, nessuno si opporrà, a parte che diciamoci la verità, come potremo opporci, visto che essi dominano la tecnologia e ogni altra forma di libertà? Impossibile, per cui anche se affermiamo la verità, ma il mondo è talmente succube di costoro che una voce fuori dal coro, non cambia proprio nulla, anzi viene totalmente ignorata.
3 L’angelo mi trasportò in spirito nel deserto. Là vidi una donna seduta sopra una bestia scarlatta, coperta di nomi blasfemi, con sette teste e dieci corna. 
Nel deserto 
è la collocazione reale dove si trova questa città, cioè sta nei pressi di un deserto, una zona desertica cioè brulla, il termine deserto che poteva anche essere espresso come “tartaro”, potrebbe prendere anche altri sensi, come un luogo dove convergono molte razze, molte religioni, cioè tutto quello che esiste arriva in questo luogo, il deserto infatti è composto da particelle di sabbia che viene spostata dal vento, questa azione indica proprio il rimescolamento di tutto quello che esiste, cioè un luogo dove c’è di tutto, un luogo caotico. Il deserto sembra un luogo di pace, ma è anche luogo di tentazioni, è luogo arido, un luogo bruciato dal sole, e freddo nella notte, ha tutte le caratteristiche di un inferno anziché un paradiso.
Questa città porta il nome di una donna. Sempre in apocalisse la Città Celeste si chiama Gerusalemme, ma dice una cosa particolare che le da una connotazione femminile, scende dal cielo come una sposa. Quindi si comprende che si tratta principalmente di Gerusalemme la città descritta in questo capitolo.
La donna siede su una bestia rossa
cioè la cavalca ciò significa che questa donna che è appunto la città che domina la bestia scarlatta.
La donna siede sopra alla bestia che altro non è che il drago cioè la massoneria(viene da Israele), mentre la donna che siede sopra la bestia, è Roma che si è prostituita alla bestia.
Questa bestia è di pelle rossa, cioè ha la sua anima è rossa, il rosso è indice di aggressività, di sangue, di fuoco, ma colore scarlatto e non altri, indica qualcosa di preciso, per trovare un altro colore identico dobbiamo andare nel Sancta Sanctorum del tempio di Gerusalemme, i veli del tempio sono di color scarlatto, quindi ancora una volta si nomina indirettamente Gerusalemme, in questo caso però con una connotazione negativa, sempre in Apocalisse quando si parla del drago rosso, si fa riferimento a Satana, nella storia poi, abbiamo che satana è l’ispiratore di alcune filosofie, come il nazismo-fascismo, il comunismo, che per altro adotta una bandiera rossa per cui la bestia è Satana, cioè nel suo rappresentante di una società la massoneria.
Coperta di nomi blasfemi 
dice che la donna è ammantata e rivestita di cose blasfeme, eresie, bestemmie, offese alla divinità, sta ad indicare che si oppone a Dio, che attua una religione satanica=massoneria.
4 La donna era ammantata di porpora e di scarlatto, adorna d’oro, di pietre preziose e di perle, teneva in mano una coppa d’oro, colma degli abomini e delle immondezze della sua prostituzione.
Qui parola di Roma, (Vaticano), la descrizione è proprio degli abiti del clero che usa durante le funzioni, però sta anche ad indicare i riti satanici, perché questi si compiono sempre usando un abbigliamento simile, e nella coppa si mescolano cose abominevoli, quando dice colma degli abomini delle immondezze della sua prostituzione, sta ad indicare quello che questa donna (Clero romano) fa come peccati contro Dio, cioè omosessualità, pedofilia, bestemmie, eresie, prostituzione, muta la legge di Dio, approva cosa che non deve approvare, scomuniche, ect. Questo intende dire il pezzo.
Cosa significa questo: fa capire che i re della terra e i potenti del mondo per arrivare agli accordi e alle alleanze lo faranno mediante atti di vera prostituzione cioè riti satanici dove vi sia sesso, nelle forme di abomini cioè omosessualità, sodomia; per immondezze s’intende tutto quello che è impuro; quindi il rito satanico serve come visto per divenir appartenente.
5 Sulla fronte aveva scritto un nome misterioso: «Babilonia la grande, la madre delle prostitute e degli abomini della terra».
Babilonia la grande cioè la grande confusione di genti, popoli, lingue, religioni, ecc.
Ora nell’antica Roma, le prostitute portavano sulla loro fronte un nome per indicare il lavoro di meretrice. Quindi qui riporta in sostanza questo simbolismo, per dire che la città di babilonia che non è l’antica babilonia, ma dice la Grande indicando come una babilonia ancora più grande di quella antica, dove costei pone sulla sua fronte un simbolo indicante quello che è, come dire un riconoscimento per la quale tutti sapranno che lei è quella città e andrà fiera di porre quel nome su di se, perché tutti gli uomini lo considerino un segno ben preciso di importanza. Possiamo dire come una conquista sociale, si definirà la capostipite di tutta la prostituzione e gli abomini che stanno su tutta la terra, possiamo dire si marchierà con quel simbolo.
6 E vidi che quella donna era ebbra del sangue dei santi e del sangue dei martiri di Gesù.
Al vederla, fui preso da grande stupore.
Ebbra significa ubriaco stordito, ma anche rivestito, come dire rosso, quindi ebbra del sangue dei santi e dei martiri di Gesù, indica i perseguitati a causa della parola di Gesù da quanto Egli risorse. Le persecuzioni sono iniziate subito sia con Paolo di Tarso poi diventato apostolo, e che poi con molti altri persecutori sempre in terra d’Israele, successivamente con i romani stessi e poi via via nel tempo in molte altri parti del mondo, sopratutto però sempre nell’area euroasiatica. Per quello che dico che non si parla solo di una sola Città, ma di due Gerusalemme e Roma per poi tornare in Israele.
( Gerusalemme → Roma → Gerusalemme)
7 Ma l’angelo mi disse: «Perché ti meravigli? Io ti spiegherò il mistero della donna e della bestia che la porta, con sette teste e dieci corna.
Che la porta, significa che la sorregge e le da risalto.
8 La bestia che hai visto era ma non è più, salirà dall’Abisso, ma per andare in perdizione.
Salire dall’Abisso significa dall’oscurità, per divenir visibile, cioè manifestarsi. Il resto lo spiego più avanti.
E gli abitanti della terra, il cui nome non è scritto nel libro della vita fin dalla fondazione del mondo, stupiranno al vedere che la bestia era e non è più, mariapparirà.
Vediamo di capire il passaggio.
Dice che era ma non è più, salirà dall’Abisso ma per andare in perdizione… “era e non è più, ma riapparirà.”
Vediamo Giovanni apostolo scrive questo testo mentre si trovava ad Efeso, verso la fine dei suoi anni, sappiamo che è morto attorno all’anno 98-99 d.C. Si, sa per certo che Gerusalemme venne distrutta nel 70 d.C. da un incendio, specie il tempio.
Quindi dice era inizialmente persecutrice di Cristo e degli apostoli e dei primi cristiani, ma poi non è più, primo perché venne distrutta nel 70 d.C, e poi perché passò il suo scettro a Roma che divenne la nuova persecutrice dei Cristiani. Poi afferma che riapparirà, intende dire che dopo un certo lasso di tempo la prima città persecutrice dei Cristiani si riconfermerà e riprenderà il suo ruolo che aveva in origine.. Salirà dall’Abisso, indica che riprenderà il suo ruolo il suo posto quello che aveva in origine, di colei che mediante il principe dell’abisso cioè satana, si riconfermerà la città che domina sul mondo, ma per andare in perdizione.
Il questo caso il termine abisso, prende una connotazione di oscuramento, di oppressione, sotto tono, di tener nascosto, celare qualcosa.
gli abitanti della terra, si meraviglieranno”
cioè saranno stupiti della sua abilità nel risorgere a com’era in origine e per questa ragione, gli daranno onori, perché la vedranno come una grande città potente in tutto il mondo.
“E gli abitanti della terra, il cui nome non è scritto nel libro della vita fin dalla fondazione del mondo,”
Il passo è chiaro per far capire che non tutti gli abitanti del pianeta terra sono scritti nel libro della Vita Eterna, per cui costoro saranno i primi ad adorala, e i primi a seguire quanto questa Donna(città) farà.
Roma e Gerusalemme hanno un legame tra di loro, che sta nella religione, Gerusalemme è la culla della fede, nella quale nasce l’ebraismo, poi si origina il Cristianesimo che approda a Roma capitale dell’impero, però a Roma il Cristianesimo diventa grande e potente; in un momento successivo pian piano inizia anche questo il suo declino a favore di nuovo d’Israele che oggi è sotto gli occhi di tutti, ecco che inizia l’epoca del suo tentativo di uscire dall’abisso in cui il mondo antico l’aveva rilegata.
9 Qui ci vuole una mente che abbia saggezza. Le sette teste sono i sette colli sui quali è seduta la donna; e sono anche sette re.
Il numero sette ha una connotazione importante nella scrittura è indicativo principalmente dello Spirito in generale, infatti come scritto nei vangeli un demonio si fa aiutare da altri sette, quindi si comprende che il sette è un numero divino che identifica tutti gli spiriti sia di una parte che dell’altra, per cui dire 7 teste, 7 colli, 7 re, sta ad indicare una misura, che sta nel 7, Teste=Colli=Re.
Cosa fa di un Re un re? Una corona essa sta sopra ad una testa e sopra un collo. Quindi la testa è coronata che è agganciata al corpo della bestia mediante un collo che la rende mobile. Ciò significa che la bestia cioè Gerusalemme(Israele) domina su sette Re o Regni, cioè domini. La donna cioè Roma (Vaticano) è seduta sopra questa bestia che altro non che il drago, satana= massoneria. Questo fa capire lo stretto rapporto tra i due soggetti, possiamo dire di complicità, ognuno dei due protegge l’altro. Infatti sappiamo che nella Chiesa Romana esiste il clero massonico ecco il legame che c’è con la massoneria non ecclesiastica.
10 I primi cinque sono caduti, ne resta uno ancora in vita, l’altro non è ancora venuto e quando sarà venuto, dovrà rimanere per poco.
I primi 5 sono caduti, intanto bisogna capire da quale tempo si parte, ma stando alle parole dell’angelo, si riferisce esattamente ad un tempo prima della profezia stessa, per cui 5 Re sono caduti, cioè i 5 ultimi Regni della dinastia degli Erodiani appartenenti alla dinastia degli Asmonei (Edomiti, popolo arabo). In pratica la frase dice che il regno di satana è iniziato con il primo degli Erodiani, e quindi Dio non considera validi gli ultimi 5-6 Re d’Israele, perché nel primo secolo a. C. i rabbini intervengono sulla scrittura producendo una legge molto rigida da ciò si comprende che questo non era gradito a Dio, perché se i 7 re della bestia partono dal periodo erodiano significa proprio questo.
Ne resta uno ancora in vita cioè il sesto(6), probabilmente è questo il Re d’Israele di cui parla la profezia cioè Erode Agrippa II di cui non si conosce l’anno esatto della morte ma forse si presume attorno 100 d.C. visto le insurrezioni e gli attacchi dei romani esso si spostò a Roma. Nel 70 d.C c’è stata la distruzione del tempio, ad opera di un incendio causato dalle truppe di Tito, per cui Giovanni dovrebbe aver ricevuto l’apocalisse prima della morte di Agrippa II, che è il sesto re della profezia. Dopo il 70 d.C. i Re di discendenza antica dei Re d’Israele non ci sono più, quindi finisce effettivamente quello che era il retaggio antico. Tant’è vero che distrutto il tempio, i tributi venivano versati in onore alla divinità di Giove capitolino, facendo comprendere che Israele non credeva più ad un solo Dio ma un panteon di dei.
Ora dire l’altro non è ancora venuto quello che deve venire è uno solo, che sarà Re d’Israele in un tempo diverso, quando Israele ripristinerà il regno. Dopo la caduta dell’ultimo Re d’Israele per circa 2000 anni non c’è ne più stato uno della casa di Davide e nemmeno gli ultimi 6 lo erano, quindi per forza di cose deve essere un discendente Ebraico a far risorgere il regno d’Israele. Dopo 1967 quando Israele si rifonda come stato, nessun Re è stato eletto in Israele, è diventato uno stato con un capo di stato, che non è re.
e quando sarà venuto, dovrà rimanere per poco.”
Quindi pare che sia un Erodiano che rimarrà poco tempo, cioè il settimo.
11 Quanto alla bestia che era e non è più, è ad un tempo l’ottavo re e uno dei sette, ma va in perdizione.
è ad un tempo “ cioè contemporaneamente, nello stesso momento o stessa persona, indica che costui è il settimo e l’ottavo assieme.
Vediamo di contare quanti erodiani Re di Giudea, Galilea, ci sono stati:
  1. Erode Agrippa II dal 44 d.C. – sicuramente è morto prima del 100 d.C. a Roma.
  2. Erode Agrippa I sale al potere nel 39 d.C. nel 44 mette in prigione Pietro liberato dall’angelo.
  3. Erode Antipa 4. a. C. al 39 d.C.
  4. Erode Ascalonia detto Il Grande sale al potere nel 73 a.C. fino a 4 d.C.
  5. Erode Antipatro II
  6. Erode Antipatro I il capostipite dei Asmonei(Maccabeo)(Edomiti)
Se il sesto e ultimo della dinastia degli Erodiani, era Erode Agrippa II, significa che il settimo deve venire, ma fa capire qualcos’altro forse un discendente degli Erodiani in linea di sangue, che in 2 millenni, ha continuato la discendenza, potrebbe essere effettivamente qualcosa del genere un Asmoneo cioè un Edomita, che diventa l’ ottavo, però dice appartiene ai uno dei sette, se sono morti i 6, il settimo ancora non c’è, ciò significa che è lo stesso ottavo.
è ad un tempo l’ottavo re e uno dei sette,”
Potrebbe essere che questa indicazione non tratti di un soggetto vivo, ma del nome di uno dei 6 re Erodiani, come dire che l’ottavo cioè il settimo prenderà o avrà, uno di questi nomi o cognome, dei sei Re Erodiani, potrebbe essere inteso in questo senso, perché se i 5 erano già morti quando l’angelo parla a Giovanni, perché glielo fa notare, se non avesse importanza per capire chi può essere il settimo? Invece ha importanza! E il sesto era ancora in vita quando gliene ha parlato, poi ovviamente è morto perché dice che rimarrà per poco; significa anche che il settimo deve essere un discendente, che forse ha il nome o cognome di uno dei 6 Re morti, potrebbe essere che un soggetto X ebreo appunto un discendente degli Asmonei(Maccabei)-Edomita, prenderà o ha come nome o cognome, uno di questi, diventando il settimo che è lo stesso ottavo.
C’è però da dire una cosa, dopo Erode Agrippa II vi era un altro Erodiano che gli fu affidata una altra regione, ma non la Galilea ne a Giudea e si chiamava Filippo che ha dominato quella regione per 30anni, potremo dire che forse nella conta dei nomi ci potremo mettere anche questo.
Il problema è capire dove e quando il settimo cioè l’ottavo emergerà, che è l’anticristo.
12 Le dieci corna che hai viste sono dieci re, i quali non hanno ancora ricevuto un regno, ma riceveranno potere regale, per un’ora soltanto insieme con la bestia.
Con il termine re non si intende sempre monarchi, potrebbero esserlo, anche no, è probabile che siano governatori di stati, tipo presidenti, e/o figure con grande ricchezza, ma anche vescovi. papa.
non hanno ancora ricevuto un regno” questo mi fa pensare che siano come dei re nel loro piccolo, ma senza un regno, mi fa pensare ai dei vescovi o cardinali, o qualche governatore o qualche personaggio ricchissimo. Sono re, ma non hanno un regno, il re senza regno non vale nulla.
Riceveranno “ tempo futuro, quando l’ottavo che è il settimo si mostra.
Per un ora,” parla di un tempo molto corto, come se questo servisse solo per attuare un operazione, di trasferimento poteri e ricchezze.
13 Questi hanno un unico intento: consegnare la loro forza e il loro potere alla bestia.
In sostanza è così:
Dopo l’insediamento dell’anticristo a nuovo re d’Israele, che farà risorgere il regno, esso nominerà 10 re che altro non sono che capi di stato, Vescovi, che gli daranno potere e lo confermeranno, dice che egli darà a questi un regno con una durata di un sola ora, come se fossero re precari, che gli servono solo per ottenere maggior potere e poi non ne avrà più bisogno.
14 Essi combatteranno contro l’Agnello, ma l’Agnello li vincerà, perché è il Signore dei signori e il Re dei re e quelli con lui sono i chiamati, gli eletti e i fedeli».”
Quindi l’elezione di questi 10 protagonisti a re momentanei ha il valore di consegnare all’anticristo il loro potere economico, politico, militare, religioso ma anche di divenire servi della Bestia e essere usati per combattere Gesù Cristo e ovviamente tutti coloro che gli si oppongono all’anticristo.
15 Poi l’angelo mi disse: «Le acque che hai viste, presso le quali siede la prostituta, simboleggiano popoli, moltitudini, genti e lingue.”
dire “presso” significa vicino, s’intende anche che ne beneficia.
16 Le dieci corna che hai viste e la bestia odieranno la prostituta, la spoglieranno e la lasceranno nuda, ne mangeranno le carni e la bruceranno col fuoco.
I 10 re e la bestia dopo aver usato la grande città che ha sottomesso a se le nazioni del mondo, come atto finale la saccheggeranno, porteranno via ogni cosa da essa, lasciandola senza nulla, mangiare le carni sta ad indicare che uccideranno ogni essere vivente che troveranno in essa, ed infine sarà bruciata in un grande rogo, forse dato da un bomba atomica.
17 Dio infatti ha messo loro in cuore di realizzare il suo disegno e di accordarsi per affidare il loro regno alla bestia, finché si realizzino le parole di Dio.
I dieci re della bestia dopo aver eliminato la prostituta, faranno esattamente quanto è scritto nella profezia, quindi consegneranno il loro regno totalmente alla bestia, così la profezia (profezia) di Dio sarà realizzata.
18 La donna che hai vista simboleggia la città grande, che regna su tutti i re della terra».
Notare un particolare al punto 17,16 chiama questa donna prostituta, perché al punto 17,18 la chiama donna, ha cambiato persona, come se le donne fossero due, la prima è una prostituta, la secondo è una donna, questo fa capire che la prima donna prostituta è stata distrutta, cioè Roma, la seconda donna che simboleggia la grande città che regna su tutti i re della terra è Gerusalemme in questo caso si cambia soggetto, quindi la prima è la donna che prostituisce vine uccisa, e prende il suo posto sempre una donna che non si prostituisce ma domina su tutta la terra. E’ sempre la stessa donna solo che cambia la sua natura. Da prostituta diventa sovrana, dominatrice. Questi due versetti indicano un passaggio di potere, da Roma a Gerusalemme., quindi la donna che cavalca la bestia rimane sempre donna ma perde la caratteristica di essere prostituta e diviene regina.
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
La città citata da Giovanni nell’apocalisse deve avere queste caratteristiche.
 
Leggiamo dal testo apocalittico.
Essere costruita su 7 colline, presso un deserto che può anche avere un altro senso, avere in se una popolazione molto varia, con tutte le religioni del mondo e di tutte le lingue, deve essere una città di grossi scambi commerciali, molto ricca, cita i porti e navi, quindi non deve stare troppo lontana da un porto marittimo o fluviale, dice che è una grande città in altre parti la chiama immensa città.
Però il termine grande non indica solo la dimensione della città, e poi oltretutto è banale come soluzione, potrebbe alludere invece alla sua importanza strategica, e anche militare, come potenza di fuoco, visto che Israele dispone di molte armi nucleari e un esercito tra i migliori nel mondo, tutti si tendono a pensare che sia una città di grandi dimensioni, forse in questo discorso il termine grande è stato messo di proposito per celare quale possa essere realmente la città, perché secondo me non indica la dimensione ma l’importanza che ha nel mondo, come fulcro a cui tutte le nazioni guardano e a cui tutte le città quasi prendo ordini, il suo potere di dominare il mondo, grande è inteso come dominio sulle altre città.
Quando dice che sopra alle teste ha 10 corna, fa capire che probabilmente le corna sono torri oltre che essere 10 re o governanti, è facile che ci siano 10 torri o qualcosa di analogo, tipo campanili, minareti, poi ha avuto 7 re di cui 6 sono morti, uno deve venire.
Se fosse Roma, non vive in un lusso sfrenato direi proprio di no, specie in questo tempo, che appunto è il tempo dell’apocalisse, per cui mi fa pensare che non sia Roma per quanto assomigli in molti aspetti. Per il trovare il lusso sfrenato come descritto dovremo andare presso le città asiatiche come Dubai, a meno che Roma non sia un eufemismo per dire il Vaticano, cambierebbe il discorso
Vediamo le città che sono costruite sopra a sette colline, Roma, Gerusalemme, Praga, Mosca, Istanbul, Edimburgo, Lisbona, Seattle, Bruxelles, Asunçion, Nevada, Bamberg, Kampala, Mecca, Tirumala, Dunedin, Richmond .
  1. Quelle più grandi come estensione di queste sette:
Dunedin 3314km2
Mosca 2511Km2
Istanbul 1539Km2
Roma 1285km2
Mecca 1200km2
Tutte le altre sono piccole compresa Gerusalemme
  1. Grandi come potere nel mondo delle sette:
Gerusalemme sicuramente la prima in testa.(Israele-Ebrei-Massoneria)
Roma (Vaticano)
Mecca (Islam)
Mosca (Russia)
Istanbul
……………….
Quando dice immensa città si riferisce a Roma come estensione, mentre con grande città s’intende nel potere di questa, non nella dimensione.
Però sono propenso a credere che non stiamo parlando realmente di una città ma di qualcosa di diverso, che ha sede in diverse città del mondo, come una società che ha come città principale Gerusalemme poi succursale Roma e altre di appoggio.
Nella descrizione apocalittica, in tutta il testo della rivelazione sembra che le parole descrivano questa presunta città, in realtà nascondano una simbologia, quasi ad indicare uno stemma o una raffigurazione riguardante proprio questa società.
Ripercorriamo un attimo.
Abbiamo la bestia con le 7 teste, 7 colli, 7 re, e 10 corna principalmente questo è il simbolismo.
Potrebbe indicare l’ordine del drago, che altro non sarebbe che la massoneria-Illuminati.
Il senso reale è questo il drago è un soggetto unico rappresentato dalla bestia cioè Gerusalemme o Israele e quindi dalla massoneria, i sionisti, cioè la città su cui siede la prostituta, che è Roma. In pratica Roma si è venduta alla Massoneria che è di stampo Ebraico e in questo non ci piove, per cui la condanna è doppia non è intesa solo per una sola città, ma per due quindi al termine di questo periodo quando verrà l’anticristo e poi la distruzione, non verrà distrutta solo Roma ma anche Gerusalemme essendo che essa rappresenta il Drago, che ha soggiogato il mondo, (grande città) su cui la Prostituta Roma(Vaticano) è seduta. Ecco il perché l’anticristo poi distrugge Roma, la spoglia perché esso non si trova a Roma ma Gerusalemme la distrugge perché non gli serve più, ha svolto il suo compito, quello di ammaliatrice i potenti del mondo, e il popolo, in pratica mediante un azione astuta qualcuno nella clero, sta cambiando la dottrina, e sta portando il popolo ad asseconda la volontà del drago, fingendosi dalla parte di Cristo, cioè in pratica recita una parte, un copione già scritto e la sua azione è quella di mutare la legge a favore della società umana, e delle sue pretese, contro il volere di Dio, per far questo questo il clero,(Roma),lentamente cambia la legge e la parola di Cristo, apportando modifiche sempre più sostanziose, sotto la battente richiesta di un mondo perverso. E quello che oggi giorno stiamo assistendo è proprio questo. Si arriverà al punto che la massoneria si sentirà così forte da uscire allo scoperto e dettar legge, ora lo fa ancora di nascosto.
Ecco perché in tutto il testo apocalittico è ripetuto diverse volte il discorso della distruzione di questa città che in realtà sono due una rappresentata dal drago(bestia) cioè la massoneria ebraica(Israele), e la prostituta che è seduta sopra, altro non è che Roma(Vaticano) quindi l’anticristo che è il settimo, lo stesso Ottavo che deve essere di origine Ebraica proveniente dalla stirpe degli Erodiani, cioè degli Edomiti.
Una profezia che parla dell’anticristo da chi sarebbe nato è possibile che sia vera, nel senso che direbbe che esso ha per madre una falsa religiosa Ebrea, e per padre un Vescovo cattolico forse sempre Ebreo, potrebbe essere vera.
Il capitolo di 18esimo parla di come Roma verrà distrutta.
Nel capitolo 19esimo si parla che Yeshua verbo di Dio mendiate la parola ucciderà tutti coloro che avranno adorato la bestia e avranno avuto liberamente il suo marchio, condannerà l’anticristo il falso profeta alla dannazione eterna, e ciò avverrà in Israele. Questo è l’epilogo finale.
Il capitolo 20esimo in sintesi tratta della carcerazione di satana per 1000 anni; Dio dono il giudizio ad alcune anime; “Vidi anche le anime dei decapitati a causa della testimonianza di Gesù e della parola di Dio, e quanti non avevano adorato la bestia e la sua statua e non ne avevano ricevuto il marchio sulla fronte e sulla mano. Essi ripresero vita e regnarono con Cristo per mille anni”
Questo significa che chi muore per Cristo risorge! Questa dovrebbe essere un buon motivo per tutti i fedeli in Dio che costoro se accetteranno per amore di Dio la loro sorte verranno risorti, quindi il martirio, non è vano, c’è la promessa nel libro della rivelazione che i credenti in Cristo risorgeranno e vivranno con Gesù per 1000 anni, da vivi.
“6 Beati e santi coloro che prendono parte alla prima risurrezione. Su di loro non ha potere la seconda morte, ma saranno sacerdoti di Dio e del Cristo e regneranno con lui per mille anni.”
°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
Il resto è di un altro tempo!

Mi raccomando appropriatevi subito il testo….

Quando termineranno i 100 anni di Satana ?

4509

Secondo la profezia XIX secolo della Beata Anna Caterina Emmerick

Qualcuno penserà che quanto qui affermo è in contraddizione rispetto a tutto quello che ho sostenuto fin’ora, non è così, in tanto prima di tutto io mi riferisco a quanto io ho ricevuto, secondo le mie profezie in parte avverate, non ho mai detto il tempo e in esse non è contenuto alcun tempo preciso; il resto sono interpretazioni delle profezie degli altri e mi attengo a quanto questi dicono, per cui bisogna dividere le cose. Anche in questa profezia, cerco di vedere la profezia, stando attenti a capire cosa sia giusto da cosa sia sbagliato.
Ora c’è da fare una premessa, sulla Emmerich si è detto tutto il contrario di tutto, dato che essa era ammalata e la sua condizione erano assai precarie, si è messo in discussione che fosse totalmente sana di mente, per cui qualcuno pur di demonizzare la sua autenticità profetica, ha spinto verso questa strada. Il problema dei profeti è che la scienza mai li dichiarerà sani di mente, lo sappiamo già, ma se non sono sani di mente loro non dovrebbero essere sani mente neppure i preti che professano una fede; la cosa curiosa, è che la chiesa curiosamente spesso da contro ai profeti o veggenti, mentre loro si ritengono sani di mente, dimostrando una totale illogicità non in quello che credono, ma nel loro agire, come dire loro si sentono e si ritengono sani di mente e scevri di infestazioni demoniache quando invece è più probabile che il demonio colpisca loro, più che i profeti stessi, dato che hanno una protezione maggiore degli stessi preti, altrimenti non potrebbero essere tali.
Per cui da un lato danno spesso contro ai profeti spesso considerandoli degli assatanati o dei malati mentali, mentre non guardano se stessi, che fanno della fede un lucro, come se il lucro fosse cosa di Dio, quando è di mammona=denaro=satana, per poi curiosamente santificarne alcuni e altri no, secondo un metro più di comodo che di vero merito, perché spesso i profeti bacchettanti non piacciono e vengono posti nelle retrovie anche se questi hanno tutte le ragioni del mondo, e poi si adduce quando saltano fuori profezie di santi approvati che non piacciono, che forse erano malati mentali, meglio allora non convalidare nessun profeta o veggente ne alcun santo, perché tanto poi la chiesa a sua indiscrezione alza o abbassa questo o quell’altro secondo quanto gli fa comodo in quel momento, anche dopo che li ha resi santi.
Passiamo alla profezia della Emmerick:
“Nel centro dell’inferno ho visto un abisso buio e dall’aspetto orribile e dentro di esso era stato gettato Lucifero, dopo essere stato assicurato saldamente a delle catene…Dio stesso aveva decretato questo; e mi è stato anche detto, se ricordo bene, che egli verrà liberato per un certo periodo cinquanta o sessanta anni prima dell’anno di Cristo 2000. Mi vennero indicate le date di molti altri eventi che non riesco a ricordare; ma un certo numero di demoni dovranno essere liberati molto prima di Lucifero, in modo che tentino gli uomini e servano come strumenti della vendetta divina.”
Ora nessuna sa, se questa profezia sia stata rimaneggiata o no, però, la difficoltà è dare una data possibile, potrebbe esserci un idea di fondo, di tipo massonico, che si è costituita nel tempo, cioè una scaletta degli eventi che seguono con precisione per potare il mondo dove costoro vogliono ed interrompere o far sballare il tempo delle profezie, almeno pensano loro, ma certamente condizionano la vita della gente e questo farebbe si di tener tutto il mondo sotto scacco, per cui potrebbe essere che la data sia errata, cioè sia stata manipolata. Ma non si può sapere, prendiamo così com’è, il testo.
Notiamo nel testo dei dubbi:”se ricordo bene”  già il fatto che ci  sia un dubbio, fa presagire che non è certa del tempo effettivo, non si ricorda, evidentemente dopo aver avuto le apparizioni, non era abituata a scrivere tutto, e lasciava passare del tempo questo, effettivamente può confondere e far dimenticare anche le date, se poi ne conosce altre, peggio ancora.
Secondo la Emmerick: ” egli verrà liberato per un certo periodo cinquanta o sessanta anni prima dell’anno di Cristo 2000″…..quindi attorno agli anni 50-60…. potrebbe essere anche prima del 50, come anche dopo il 60, quindi un lasso di tempo più ampio 40-70. Questo significa che abbiamo ancora molto tempo prima che i 100 anni di satana siano terminati…..in pratica arriveremo secondo la sua profezia al 2040-70… i 100 anni dalle apparizioni di Fatima non centrano nulla con i 100anni di satana… proprio nulla…se è così chi mai annuncerà i segreti di Medjugorje, visto che le veggenti sono nate tutte attorno agli anni, 1960-70? Forse a 100 di età se ci arrivano o i figli?.
Ecco perché Bergoglio ha detto dopo di me potrebbero esserci altri doppi pontificati, che non sia anche vero, non lo sappiamo….vedremo…ma tranquilli l’anno prossimo non accadrà nulla di quello che molti pensano… ci sarà solo l’anniversario di Fatima...possibilissima la guerra nucleare, come anche no, forse qualche evento particolare….e senza ombra di dubbio molti terremoti che colpiranno ancora l’Italia come nel mondo, non è che li avremo solo noi, esplosioni vulcaniche, in maniera pesante, ci saranno smottamenti, frane, causa abbondanti nubifragi, grandinate, nevicate, mareggiate, tsunami, trombe marine, uragani, freddo estremo a caldo estremo, come al solito diciamo nulla di nuovo, passaggi meteoritici già previsti, ma questo è un iter che avrà una progressione via via sempre più intensa di anno in anno, per altro questo l’ho già detto, compariranno anche altri problemi legati agli animali non solo terrestri ma anche acquatici, che diventeranno assai pericolosi.
Cosa disse l’Immacolata a Fatima? Che la profezia doveva essere divulgata non oltre una certa data, certamente prima del 2000…. anzi prima del 1960. E il CVII si è svolto nel 1962, da allora la massoneria ha mosso il suo più forte attacco alla Chiesa di Dio e oggi ne vediamo le conseguenze e più avanti si va e peggio sarà.
Ma se per caso la profezia fosse stata manipolata, come è anche possibile, visto il tempo che è avvenuta, perché so che fino a l’altro giorno e ancora oggi si fa, le profezie e molti testi si manipolano a seconda se piacciono no ai vescovi e alla chiesa in generale che prima dell’approvazione vengono vagliarli, ma il vaglio spesso e volentieri è oggetto di manipolazioni, allora tutto quello che qui è scritto sarebbe errato o alterato, cosa pensare a questo punto?
Io lo dico sempre, la gente non deve credere a nulla se non al vangelo, dopo tutto la vita del cristiano sta solo nel Vangelo, e deve guardarsi attorno, non solo al mondo ma sopratutto alla chiesa, è la chiesa il termometro per il mondo, Dio guarda alla chiesa per stabilire cosa fare nel mondo, se la chiesa sballa l’occhio e cambia padrone allora sarà la fine di tutto il mondo, questo ve lo posso dare per certo e assodato, anzi ci posso mettere anche la mano sul fuco che tanto so di non bruciarmi, Dio un messaggio mi disse” se tutto fosse tenebra e una luce brillasse nelle tenebre io salverei ancora il mondo, ma quando quella luce diventerà tenebra tutto sarà perduto” chi è la luce? La chiesa ovvio! Per cui l’apocalisse è un libro che parla sopratutto della Chiesa di Cristo, prima ancora del mondo intero, per cui se la chiesa si danna, dannerà tutto il mondo! E l’unica soluzione sarà la distruzione totale, ne faranno le spese tutti quelli che hanno partecipato a far si che la chiesa crolli, ma come è scritto anche i piccoli, assieme ai potenti, così come i buoni e i cattivi, saranno presi dentro .
A Me il Signore mi disse poco tempo fa ”c’è molto da fare, molto da lavorare” queste poche parole intendono che c’è molto tempo innanzi a noi, più di quello che tutti dicono e forse anche più di quello che io stesso penso, un po influenzato da molti scritti di altri, che in questi pochi anni, ho interpretato, ma stando alle mie profezie, sono convinto che c’è più tempo di quello che penso.
Se dovessi dire se il lasso temporale dato dalla Emmerich è giusta, dire questo, è giusta e non giusta.
Non voglio dire a nessuno alcuna data ne un lasso di tempo in cui questo evento si compirà.
Prima perché Cristo non l’ha rivelata, io non la devo rivelare, dirò date diverse, ma la data esatta no! So anche il tempo in cui il mondo ricomincerà il suo tragitto, non lo dirò mai, non si può fare un favore a satana o ai suoi vassalli.
Un consiglio chi dice di conoscere date, non date a nessuno le date che pensate di sapere, perché è giunto il tempo che gli eventi si compiano.
Fornire le date significa cambiare il tempo.
Le date che annunciate, in quel tempo non si verificheranno.
Per quale ragione, perché noi umani facciano uso della parola e non sapendo che essa produce potere, comunichiamo qualcosa che deve rimanere celato a satana, dato che esso non conosce il futuro, lo può venir a sapere solo mediante i profeti che lo vengono a sapere da Dio. Quindi non dite ne a voce, ne ponete per iscritto nessuna data, altrimenti Dio sarà costretto a cambiare la data, e potrebbe essere per il mondo molto peggio, si perché in certi casi per far avvenire certi eventi, o si interviene per accelerare per rallentare il tempo, e questo può portare degli eventi inaspettati peggiorarvi verso il genere umano che invece di pagare un tot potrebbe pagare anche 100 volte di più, con il rischio che taluni devono rimanere in vita, potrebbero morire, quindi non cambiamo le condizioni poste da Dio. Nessuna data deve essere svelata!
Ricordatevi inoltre che questa non è fede, se avete fede le profezie non vi servono, vivete giorno per giorno alla luce del Vangelo altro non vi serve guardate come la chiesa si comporta e osservate il mondo, siate prudenti ed attenti, e non fatevi prendere dagli isterismi di questo mondo, lasciate le profezie al tempo che hanno, servono per chi non ha fede,  on perchì pensa di averne, oltretutto servono ai falsi o veri veggenti per rimanere sempre sull’onda. Per esempio l’ultima apparizione di Glauber che ho spiegato recentemente non vi è data al suo interno, dice solo che devono avvenire degli eventi, se stiamo ad altre profezie precedenti potrebbe avvenire come no, in un certo lasso di tempo, ma la profezia in se stessa non parla di date, perchè ovviamente è un lasso di tempo ignoto, sapere che in Italia avverrà un terremoto devastante che squarcia in più punti la penisola a che vi serve? A nulla, se tanto non saprete mai la data, oggettivamente parlando, per cui a che vi serve saperlo. Solo a rendervi più agitati, a perdere il sonno, e alle volte si perde pure la fede. Invece queste profezie senza data servono solo per dir al mondo; attenti questo è quello che deve venire, non vi diciamo quando, perchè siate sempre pronti. Il problema è che l’uomo non vuole essere sempre pronto, perchè questo è faticoso, è molto faticoso mantenersi di Dio nel corso della vita, e vorremo essere avvisati prima in modo da poterci salvare o preparare ed arrivare all’incontro con Dio, secondo il nostro pensare pronti,  ma Dio non la pensa così, Dio invece dice se tu ti ritieni credente, devi esserlo sempre per tutta la tua vita, non solo nel momento della prova più difficile, non vale nulla essere per una vita un demonio e poi per paura di morire, correre ai ripari, per poco tempo, nessuno ti salverà, perchè quando potevi farlo non lo hai fatto, e il Signore ti punirà, invece che premiarti, proprio perchè lo sapevi; se invece tu non lo sai e non conosci tutte queste cose, allora cambia il discorso, ma se tu le conosci il Signore sarà molto adirato verso di te. Per cui vi dico ancora a che vi serve conoscere le profezie se tanto nessuno sa ne l’ora, ne il giorno ne l’anno? A nulla solo a sapere che ci saranno quelle cose, ma queste non vi aiutano ad avere più fede, anzi potrebbero far l’effetto opposto. La fede non si misura sul credere nel profeta, se è vero o no, ma si misura solo se credete in Cristo. Ricordatevi che per chi crede in cristo, qualsiasi cosa deve venire, non è un problema accetta tutto, perchè sa che se Egli è stato come Cristo ha voluto e scritto, l’importante è che Egli è di Cristo, perchè sa già di aver un posto lassù, purtroppo, chi non crede o pensa di credere non vuole lasciare questa terra, e quindi il suo pregare non volto secondo la volontà di Cristo, ma secondo il suo desiderio di rimanere qui su questa terra, quindi attenti a non attaccarvi troppo ai beni materiali, perchè potreste perdere la vita eterna. Meglio perdere tutto e divenire più povero dei poveri, che perdere l’eternità, certo se vuoi vivere e portare avanti la parola del Signore un minimo su questa terra devi avere, altrimenti non sei nessuno e nessuno ti vede, in questo mondo fatto solo di apparenza.

 

Peccati non confessati ti mandano all’inferno.

MARTEDÌ 5 APRILE 2016

PECCATI NON CONFESSATI COMPLETAMENTE!!!

Riporto qui il bellissimo testo del Cardinal Siri. Contro chi invece vorrebbe portare i cristiani a non confessarsi più e praticare liberamente ogni peccato, aggiungo solo questo, ricordatevi cari cristiani che noi tutti abbiamo un solo Dio e non un pontefice che vorrebbe essere come non Dio, noi tutti dobbiamo solo  Cristo la nostra salvezza e la nostra vita, ascoltare queste parole e mettetele in pratica. 
IL SACRILEGIO. TERRIBILE PECCATO CAUSA DI DANNAZIONE PER MOLTI. COME SI COMMETTE E COME SI RIPARA
Un peccato che può condurre alla dannazione eterna è il sacrilegio. Disgraziato colui che si mette su questa strada! Commette sacrilegio chi volontariamente nasconde in Confessione qualche peccato mortale, oppure si confessa senza la volontà di lasciare il peccato o di fuggirne le occasioni prossime. Quasi sempre chi si confessa in modo sacrilego compie anche il sacrilegio eucaristico, perché poi riceve la Comunione in peccato mortale.
Racconta San Giovanni Bosco…
“Mi trovai con la mia guida (l’Angelo custode) in fondo a un precipizio che finiva in una valle oscura. Ed ecco comparire un edificio immenso con una porta altissima che era chiusa. Toccammo il fondo del precipizio; un caldo soffocante mi opprimeva; un fumo grasso, quasi verde e guizzi di fiamme sanguigne si innalzavano sui muraglioni dell’edificio.
Domandai: ‘Dove ci troviamo?’. ‘Leggi l’iscrizione che c’è sulla porta’. mi rispose la guida. Guardai e vidi scritto: ‘Ubi non est redemptio! , cioè: `Dove non c’è redenzione!’, Intanto vidi precipitare dentro quel baratro… prima un giovane, poi un altro e poi altri ancora; tutti avevano scritto in fronte il proprio peccato.
Mi disse la guida: ‘Ecco la causa prevalente di queste dannazioni: i compagni cattivi, i libri cattivi e le perverse abitudini’.
Quei poveri ragazzi erano giovani che io conoscevo. Domandai alla mia guida: “Ma dunque è inutile lavorare tra i giovani se poi tanti fanno questa fine! Come impedire tutta questa rovina?” – “Quelli che hai visto sono ancora in vita; questo però è lo stato attuale delle loro anime, se morissero in questo momento verrebbero senz’altro qui!” disse l’Angelo.
Dopo entrammo nell’edificio; si correva con la velocità di un baleno. Sboccammo in un vasto e tetro cortile. Lessi questa iscrizione: ‘Ibunt impii in ignem aetemum! ; cioè: `Gli empi andranno nel fuoco eterno!’.
Vieni con me – soggiunse la guida. Mi prese per una mano e mi condusse davanti a uno sportello che aperse. Mi si presentò allo sguardo una specie di caverna, immensa e piena di un fuoco terrificante, che sorpassava di molto il fuoco della terra. Questa spelonca non ve la posso descrivere, con parole umane, in tutta la sua spaventosa realtà.
All’improvviso cominciai a vedere dei giovani che cadevano nella caverna ardente. La guida mi disse: ‘L’impurità è la causa della rovina eterna di tanti giovani!’.
Ma se hanno peccato si sono poi anche confessati.
– Si sono confessati, ma le colpe contro la virtù della purezza le hanno confessate male o del tutto taciute. Ad esempio, uno aveva commesso quattro o cinque di questi peccati, ma ne ha detto solo due o tre. Ve ne sono alcuni che ne hanno commesso uno nella fanciullezza e per vergogna non l’hanno mai confessato o l’hanno confessato male. Altri non hanno avuto il dolore e il proposito di cambiare. Qualcuno invece di fare l’esame di coscienza cercava le parole adatte per ingannare il confessore. E chi muore in questo stato, decide di collocarsi tra i colpevoli non pentiti e tale resterà per tutta l’eternità. Ed ora vuoi vedere perché la misericordia di Dio ti ha portato qui? – La guida sollevò un velo e vidi un gruppo di giovani di questo oratorio che conoscevo bene: tutti condannati per questa colpa. Fra questi ce n’erano alcuni che in apparenza avevano una buona condotta.
La guida mi disse ancora: ‘Predica sempre e ovunque contro l’impurità! :. Poi parlammo per circa mezz’ora sulle condizioni necessarie per fare una buona confessione e si concluse: ‘Bisogna cambiar vita… Bisogna cambiar vita’.
– Ora che hai visto i tormenti dei dannati, bisogna che anche tu provi un poco l’inferno!
Usciti da quell’orribile edificio, la guida afferrò la mia mano e toccò l’ultimo muro esterno. Io emisi un grido di dolore. Cessata la visione, notai che la mia mano era realmente gonfia e per una settimana portai la fasciatura.”
Padre Giovan Battista Ubanni, gesuita, racconta che una donna per anni, confessandosi, aveva taciuto un peccato di impurità. Arrivati in quel luogo due sacerdoti domenicani, lei che da tempo aspettava un confessore forestiero, pregò uno di questi di ascoltare la sua confessione.
Usciti di chiesa, il compagno narrò al confessore di aver osservato che, mentre quella donna si confessava, uscivano dalla sua bocca molti serpenti, però un serpente più grosso era uscito solo col capo, ma poi era rientrato di nuovo. Allora anche tutti i serpenti che erano usciti rientrarono.
Ovviamente il confessore non parlò di ciò che aveva udito in Confessione, ma sospettando quel che poteva essere successo fece di tutto per ritrovare quella donna. Quando arrivò presso la sua abitazione, venne a sapere che era morta appena rientrata in casa. Saputa la cosa, quel buon sacerdote si rattristò e pregò per la defunta. Questa gli apparve in mezzo alle fiamme e gli disse: “lo sono quella donna che si è confessata questa mattina; ma ho fatto un sacrilegio. Avevo un peccato che non mi sentivo di confessare al sacerdote del mio paese; Dio mi mandò te, ma anche con te mi lasciai vincere dalla vergogna e subito la Divina Giustizia mi ha colpito con la morte mentre entravo in casa. Giustamente sono condannata all’inferno!”. Dopo queste parole si aprì la terra e fu vista precipitare e sparire.
Scrive il Padre Francesco Rivignez (l’episodio è riportato anche da Sant’Alfonso) che in Inghilterra, quando c’era la religione cattolica, il re Anguberto aveva una figlia di rara bellezza che era stata chiesta in sposa da diversi principi.
Interrogata dal padre se accettasse di sposarsi, rispose che non poteva perché aveva fatto il voto di perpetua verginità.
II padre ottenne dal Papa la dispensa, ma lei rimase ferma nel suo proposito di non servirsene e di vivere ritirata in casa. II padre l’accontentò.
Cominciò a fare una vita santa: preghiere, digiuni e varie altre penitenze; riceveva i Sacramenti e andava spesso a servire gli infermi in un ospedale. In tale stato di vita si ammalò e morì.
Una donna che era stata sua educatrice, trovandosi una notte in preghiera, sentì nella stanza un gran fracasso e subito dopo vide un’anima con l’aspetto di donna in mezzo a un gran fuoco e incatenata tra molti demoni…
– lo sono l’infelice figlia del re Anguberto.
– Ma come, tu dannata con una vita così santa?
– Giustamente sono dannata… per colpa mia. Da bambina io caddi in un peccato contro la purezza. Andai a confessarmi, ma la vergogna mi chiuse la bocca: invece di accusare umilmente il mio peccato, lo coprii in modo che il confessore non capisse nulla. Il sacrilegio si è ripetuto molte volte. Sul letto di morte io dissi al confessore, vagamente, che ero stata una grande peccatrice, ma il confessore, ignorando il vero stato della mia anima, mi impose di scacciare questo pensiero come una tentazione. Poco dopo spirai e fui condannata per tutta l’eternità alle fiamme dell’inferno.
Detto questo disparve, ma con così tanto strepito che sembrava trascinasse il mondo e lasciando in quella camera un odore ributtante che durò parecchi giorni.
L’inferno è la testimonianza del rispetto che Dio ha per la nostra libertà. L’inferno grida il pericolo continuo in cui si trova la nostra vita; e grida in modo tale da escludere ogni leggerezza, grida in modo costante da escludere ogni frettolosità, ogni superficialità, perché siamo sempre in pericolo. Quando mi annunciarono l’episcopato, la prima parola che dissi fu questa: “Ma io ho paura di andare all’inferno.”  (Card. Giuseppe Siri)

Possessioni inguaribili derivate da adulterio.

LUNEDÌ 2 MAGGIO 2016

Possessioni inguaribili derivate da adulterio

Voglio precisare ed estendere il concetto, legato al discorso adulterio che tutti gli esseri umani dovrebbero sapere e tener ben presente, specie chi è credente in Cristo.
Coloro che si sposano in seconde/etc. nozze, e producono figli, devono sapere che il peccato che essi producono dalla loro unione ricade sul nascituro, essendo che l’unione non è accettata da Dio, perché Dio accetta solo la prima unione definita sacra, oltretutto se essa è pure legata da Dio, ancora peggio.
I peccati prodotti fuori dal matrimonio quindi da adulteri, ricadendo nei figli perché essi sono il risultato del prodotto dell’adulterio, ed essi sono maledetti.
Perché il peccato è una maledizione, prodotto dal maligno, per quello si chiama maledetto. Considerando questo, se i figli dovessero morire prima del battesimo, non si salvano, se i figli fanno una vita convertita da veri cristiani, allora li interviene il Signore, deciderà lui caso per caso, ma attenzione, i figli di genitori adulteri che portano in se la prova del peccato dei genitori, cioè l’adulterio in forma di maledizione, spesso sono soggetti a possessioni, gli esorcisti devono sempre chiedere durante il rito all’eventuale entità, se la persona è figlio/a derivata da adulterio, da qui si comprende se la possessione può essere guarita o no. Nel caso non si riesca a risolvere la possessione c’è una possibilità di salvare il figlio; primo i genitori non dovrebbero più avere rapporti tra di loro, secondo devono vivere una vita quasi consacrata, terzo devono chiedere finché sono in vita di riprendere su di loro quel peccato che è nel figlio, solo così espiando il peccato generato nel figlio, possono salvarlo, perché il figlio diviene figlio del peccato, solo in questo modo è possibile salvare il figlio. Non si può fare diversamente.
Fintanto che i genitori non abbiano espiato in toto il peccato che è prodotto dalla loro unione adultera, il figlio non uscirà dalla sua condizione.
Se i figli hanno la fortuna di non cadere in stato di possessione, nella loro vita, se si vogliono salvare dall’inferno dovrebbero destinare la loro vita al prossimo.
Una cosa nella chiesa non dovrebbero entrare persone che sono state generate da seconde o terze nozze, proprio perché comunque sia, il soggetto porta in se il marchio del peccato anche quando diviene prete, questo può incidere sul essere un buon prete.

Un altro discorso che devo aggiungere… molto importante…

Il problema è che la gente non vuole capire che il peccato si genera nel momento in cui tu, come soggetto o soggetti principali create qualcosa fuori dal concetto di sposalizio naturale tra due soggetti che erano “puri” attenzione che questo preclude anche un altro discorso, relativo al fidanzamento o al non aver avuto prima altri rapporti prematrimoniali con conseguenti aborti, attenzione perchè allora anche il primo matrimonio potrebbe essere anzi a Dio è un adulterio, si perchè quello che conta non è solo il matrimonio innanzi a Dio, ma proprio l’unione carnale, dalla quale può nascere un figlio o essere abortito, questo primo figlio è il figlio naturale sul quale non c’è nulla, rispetto al nascituro uscito da una relazione predente anche pre-matrimoniale.
Se la donna o l’uomo non si sposano tra di loro pure avendo un figlio naturale prematrimoniale, e si spostano dopo con altri soggetti in chiesa prima di tutto il matrimonio non dovrebbe essere celebrato, perchè in questo caso esso è nullo. Secondo se le persone che aginfono al primo matrimonio hanno con altri figli, fanno adulterio e il figlio che nasce da questo matrimonio contrae lo stesso peccato.
Quindi i preti devono accertarsi sempre che i due fidanzati non abbiano avuto figli o aborti da altri soggetti .

Un amica mi ha posto una domanda, e se è frutto di aborto?

Quello che conta in queste cose, è la volontà cioè la decisione, se i due sono consenzienti è adulterio, ma se invece solo uno lo è non è adulterio, ma stupro, per cui il frutto non ricade sotto le stesse condizioni..

Aggiungo .

Questo genere di peccato, lo possono fare anche i preti che essendo sposati con Dio, se hanno un rapporto adultero fuori dal matrimonio con Dio, è la stessa cosa, solo che il figlio generato da questo rapporto è anche peggiore di quello degli altri di gran lunga peggiore, diviene ancora peggio se il prete si lega con una suora  e ancora peggio se il grado del sacerdote è elevato o con come si dice nella profezia riguardante l’anticristo con una religiosa cristiana(tradimento) dedita al culto di satana… allora si genera il figlio del peccato che è 6 volte maledetto, perchè dico sei volte perchè deriva dal grado del soggetto sacerdotale, quindi qui c’è diversità, assolutamente si, tra i figli nati da un semplice adulterio e dai figli nati da adulterio sacerdotale di diverso grado …. una notevole diversità. Però questo fa capire che se l’ultimo è maledetto anche i primi lo sono, con una diversità di grado, nei primi si può risolvere seguendo delle precise prescrizioni, negli ultimi no.
Quali sono le conseguenze sulla vita di una persona da questo tipo di peccato, è facile che la persona che è nata da questo tipo di peccato, possa ricadere nella sua vita adulta nello stesso tipo di peccato. Perché il peccato tende a perpetrarsi nella vita delle persone. Come anche da genitori bestemmiatori impenitenti, è facile che i figli portino con se lo stesso tipo di peccato, non solo per loro stessi sono investiti nella loro giovinezza da questo, e quindi emulano i genitori, ma anche perchè nel momento che si procreano i figli, essi vengono in qualche modo macchiati dai peccati dei genitori. Per questo io spesso dico alle giovani coppie quando decidono di darsi un figlio, di confessarsi, comunicarsi, e pregare prima di farlo, proprio perchè eliminando ogni peccato, si generano figli che sono veramente puri, forse voi direte che sono eccessivamente restrittivo, ma se non fossi così, non comunicherei una parola giusta e vera, e il Signore recriminerebbe a me.

Scusate ho ricevuto pochi minuti fa un parola da Gesù Importante:

Figlio comunica che questi eventi si possono correggere, solo se la donna o l’uomo che ha capito di aver fatto peccato grave, consacra prima della sua nascita, il figlio/a a Me e nel caso dopo la sua nascita non sopra i 12 anni di età. Solo in questo caso io tolgo il peccato.

°°°°°°°°°°°°°°°°

Come si fa? in sostanza è una riparazione, cioè i genitori assieme o la madre/padre che sanno di questo adulterio, e se ne rendono conto, quindi desiderano riparare il peccato, fanno dono a Dio del loro figlio/a, questo atto ripaga del peccato di adulterio, e lo cancella. Ovviamente meglio che venga fatto prima della nascita, perchè il figlio non subisca danno nel suo spirito e anche nel suo essere, però eventualmente , non sopra i 12 anni. Quindi è una donazione, una consacrazione in riparazione, non confondiamo con il battesimo, che non centra nulla.

Credo il Signore sia venuto incontro a molti. 

Un sacerdote innanzi a Dio rischia molto di più.

LUNEDÌ 2 MAGGIO 2016

Un sacerdote rischia molto di più di un laico.

Tutto quello che il Signore ha dato ricade su tutti indistintamente , ovviamente, non esiste che uno sia meglio dell’altro quindi il popolo tanto quanto i sacerdoti, sono tutti uguali.
Ma c’è un ma…
Come ho già scritto altre volte, chi più sa, più viene condannato perché una persona che sa molto, ha un carico di responsabilità superiore agli altri, per quello che io sono così perentorio e fiscale, perché sapendo la verità non posso dire diversamente o tacere, altrimenti pago per gli altri, perchè ho omesso una verità.
Quando un sacerdote si appresta a mettere in pratica la legge di Dio, devo ovviamente rispecchiare più fedelmente possibile tale legge, altrimenti esso stesso incorre nelle legge di Dio, perché mette in pratica una legge difforme dalla parola lascia da Dio stesso.
Ora molto spesso nella nostra società si tende a pensare che si possa ragionare in due modi diversi, cosa intendo dire, se parliamo di un ateo, o un pagano rispetto ad un Cristiano, ragionerà secondo le norme della sua società, e non certo secondo le norme dell’essere Cristiano, mentre un cristiano dovrebbe ragionare seguendo la fede a cui si dedica, invece nella nostra società accadono cose strane, nel senso che sempre più frequentemente gli stessi Cristiani, ragionano in modo frammisti cioè sia seguendo la parola di Cristo-Dio, sia seguendo i laicismo e ateismo, quindi un cristiano di oggi, in sostanza non pratica realmente il vero culto a Dio, ma pratica un culto misto, da un lato asseconda la volontà di Dio fin dove ad esso fa comodo, dall’altro invece mette un freno e segue l’ateismo, quindi ha in se due parti contrapposte. E in questo caso, il cristiano che agisce così è peggiore dell’ateo perché tiene due piedi in due scarpe diverse. Così ahimè è anche la chiesa di oggi, che da un lato segue la legge di Cristo, o per lo meno tenta di seguirla e dall’altro fa lo stesso dell’intera società.
Il discorso è questo, se il sacerdote, non applica con giustizia e rigore la legge che è Dio, ed anzi ne modifica i principi secondo quanto è il suo intendimento, deviando la parola e la legge di Dio, quel sacerdote fa peccato, contro Dio e contro il mondo, perché quella parola o legge egli la modifica a seconda del suo sentire, perché magari vuole e pensa che quella legge data all’inizio non sia più fattibile nel tempo futuro e dovrebbe a suo dire essere modernizzata; ma il sacerdote non tiene in considerazione che Dio essendo un essere Eterno, è sempre vissuto sia nel passato tanto quanto nel futuro per cui la legge che Egli ha posto, è posta così perché sia valida in ogni tempo, infatti Egli ha fatto scrivere che rimanere immodificabile. Quando il sacerdote va a modificare tale legge, per far piacere o per venir incontro alla società in cui vive, esso ha già commesso peccato, e su di lui ricadono tutte le colpe applicate poi erroneamente da quella società, come alla sua stessa comunità, non solo esso è causa della perdita di anime, per cui un sacerdote effettivamente ha una responsabilità maggiore che un laico-cristiano, per cui essere sacerdoti oggi è un pericolo per se stessi, perché chi sbaglia paga per gli altri, molto di più di quanto non pagano i rispettivi credenti, che fuorviati da una legge distorta pensando che essa sia giusta, vengono portati fuori strada. Se questi non conosco bene la vera ed autentica parola del Signore.
Quindi il Sacerdote qualsiasi esso sia anche fosse un papa è molto più a rischio di perdere la sua anima, causa decisioni non prese alla luce dello Spirito Santo.  
 

 

La fede dell’anticristo!

GIOVEDÌ 26 MAGGIO 2016
Apparirà come un Santo!
 
 
 

26 maggio 2016  La Madre del Verbo.

L’Anticristo sorgerà quando la parola di Mio Figlio sarà mutata secondo quanto il mondo chiede, nulla della parola che il Mio Signore vi ha lasciato avrà più il vero senso originale.
L’ anticristo fonda la sua religione in seno a quella che Mio Figlio, apparirà simile nei concetti ma il suo vero senso è l’opposto, l’inganno si prepara per voi e milioni e milioni cadranno nella sua rete, trovando nella nuova parola il compimento delle loro soddisfazioni.
Portate con voi figli il vero vangelo del Mio Signore, sempre ed ovunque, perchè un giorno ciò che è antico sarà messo al rogo, custodite, nascondete la parola del Mio Signore, affinché abbiate la Vera Santa Sacra parola di Dio.
……………………..
I figli che non riescono a liberarsi spiritualmente dal maligno e soffrono per una vita, sappiano che spesso i loro mali sono dovuti agli avi, ma io prometto che se saprete vivere in santità questa vostra vita nel sacrificio per amore del Mio Signore io vi salverò e vi donerò una vita che nessuno può donarvi.
Figli preparatevi con la preghiera santa, non perdete tempo con cose inutili, non badate alle isterie di questo mondo che vuole coinvolgere le anime di quanti cercano di rimanere aggrappati alla Santa Croce, testimoniate senza timore la Vera, Sacra Parola.
Allontanatevi dai luoghi, dalle immagini, dalle visioni e pensieri che portano scompiglio nelle vostre menti e corrompono le vostre anime con desideri peccaminosi.
Non siate voi fonte del peccato, non corrompete con false parole o promesse le anime altrui.
Non perseguitate il mio vicario Benedetto XVI, abbiate pietà delle sue fragilità, pregate per esso, affinché il mio Signore lo prenda in santità.
Testimoniate la fede con ardore, amore, verità, giustizia, io vostra Madre sono e sarò sempre con voi fino alla fine.

SATANA PUÒ FARE MIRACOLI?

SABATO 27 AGOSTO 2016
fonte foto
La risposta immediata è certamente si!
Il motivo sta nel fatto che egli essendo stato un angelo conosce le tecniche o la tecnologia per compierli, cioè può farli come e quando era un angelo, la sua conoscenza non è cambiata è rimasta tale e quale nessuno gli ha sottratto la conoscenza della scienza, per cui egli può far tanto.
Ora perché li farebbe?
Beh le motivazioni sono tantissime, prima di tutto per rapire e ammaliare la povera gente e camuffarsi in angelo di Luce, riceve acclamazioni e farsi adorare, che è la sua mira esaltante, ma come conseguenza quella di rapire ed affascinare gli esseri umani che anche scioccamente cadono nella sua rete, senza una volontà diretta.
E come può agire?
Avendo esso molti operatori suo servitori sia volontari che in volontari, alle volte appaiono anche apparentemente buoni e santi, molti di questi si celano all’interno dei palazzi del potere anche della chiesa, e come disse lui stesso in noti esorcismi, li chiama i suoi netturbini preti, che non credono più in Cristo e nemmeno in satana, ma è questa la sua astuzia, far perdere la fede a specialmente ai preti che rinnegando l’esistenza di satana, rinnegano pure Dio. Chi non crede in satana non crede nemmeno in Dio è una consequenzialità. Ma ci sono anche dei cristiani che vengono ingannati dal maligno e loro stessi ingannano altri, questo fa si che il maligno agisca mediante questi, portando una tale confusione tra i credenti che questi non capiscono più, specie quando questi cristiani si ergono a difensori della fede o a testimoni di Cristo. Satana usa falsi veggenti e falsi maestri per ingannare il popolo cristiano, ma per arrivare a ottenere un inganno perfetto esso deve operare bene l’inganno e agire in senso “positivo” verso questi credenti di Cristo, tanto da attuare anche miracoli, guarigioni, e ogni altra cosa sia ad esso possibile, ovviamente nessun credente in Cristo saperà da chi ha ricevuto il miracolo. Ma questi “miracoli e portenti” particolari avvengono solo se il falso veggente porta al mondo una parola difforme dalla parola lascia da cristo, un esempio ci sono veggenti attualmente che sostengono che Dio è favorevole per l’unione di tutte le fedi sotto un unico culto, questo non è parola di Cristo, ma di satana per cui per far in modo che la gente creda che ciò venga da Cristo esso compie dei miracoli, ovviamente non rivelandosi, altrimenti cade il palco e si svela l’inganno. Ma la gente in questo modo crede che cioè che taluni veggenti asseriscono sia la verità e essi stessi, credono di essere presi da Dio.
Cristo disse, “che satana può fare grandi miracoli e portenti sul mondo, ma esso non può adombrare la potenza di Dio,” cosa significa questa semplice frase, vediamo di spiegarla.
Qui gli elementi interessanti sono miracoli, portenti, adombrare.
Ora la più importante di tutta la farse “non può adombrare”, cosa sta ad indicare.
Si comprende bene che satana ha un potere veramente enorme, la parola stessa “non può” indica che gli viene impedito di adombrare Dio. Cioè che il suo potere è inferiore a Dio, per cui non arriva fino a Dio, ma indica anche che molto potente, tanto che da arrivare molto vicino.
La stessa parola satana indica l’avversario e l’oppositore, per essere un avversario, bisogna poter competere con cui si avversa, e aver un potere sufficientemente grande da poter tentare di adombrare Dio. Quando in uno scontro in una guerra ci sono due avversari uno è sempre più potente dell’altro è difficile che essi siano alla pari, per cui quello inferiore tenta di sovrastare con l’astuzia, la furbizia, la sagacità, l’inganno, etc. quello più potente, qualche volta se è molto bravo nell’arte della guerra potrebbe anche riuscirci, in un espressione della Madre di Dio che disse, “possiamo anche perdere la battaglia ma non la guerra”, fa capire che il demonio è molto potente, molto astuto, molto pericoloso, ma se la Madre di Dio perdesse la Battaglia, la guerra seguente la vincerebbe Dio, perché userebbe direttamente il suo potere cosa che attualmente vuole evitare, quindi indica nella frase della Madre di Dio, che satana è molto ponente ma quando in Fatima dice, io uscirò vittoriosa, Essa sa che Ella vincerà, ovviamente sta molto anche a noi.
Quindi dire che non può adombrare sta ad indicare la potenza di questo demone è assai elevata e molto molto pericolosa, tanto che è capace di fare anche miracoli e portenti. Ora cosa sono i portenti? Sono eventi di natura soprannaturale di portata enorme, precisamente manifestazioni di natura soprannaturale che diventano terreni, cioè materiali, come possono essere le trasmutazioni da energia e materia, come creare un oggetto materiale dal nulla, che dall’impressione di non di essere di questo mondo, che non si distruggeetc. Insomma cose che desteranno meraviglia tra gli uomini, stupore e affascineranno molti., quindi cose straordinarie.
Quanto potranno durare questi effetti, miracoli e portenti, dipende quanto Dio permette, quanto Dio lascia fare, senza limitarne il potere.
Può anche accadere che un miracolo fatto dal maligno, possa durare tutta una vita, oppure possa durare poche ore, minuti. Ovviamente ciò dipende anche dal fatto cosa Dio vuole ottenere e permette al maligno di agire in questo modo.
Ci sono un infinità di modi per cogliere in trappola uomini e donne, e satana è il ipù bravo maestro di tutti, per cui se l’uomo non apre bene gli occhi, le orecchie e tutti sensi, oltre che far buon uso acuto dell’intelligenza e schiude l’anima, esso non riuscirà mai a vedere oltre la soglia, non potrà mai capire come e in quante cose satana agisce verso l’uomo.
Chi ci guadagna?
Dipende sempre dalla volontà superiore di Dio perché indubbiamente è egli che controlla tutto, permette e non permette, lascia fare per vedere se e cosa l’uomo riesce a fare con le sue sole forze. Quindi l’essere umano è sempre sotto prova.
Ci ci guadagna è solo satana alla fine fine, ma prima che lui ci guadagni, altri ci guadagnino sotto la sua spinta di ricchezza e agiatezza, vedendo il bene degli altri anche questi lo desiderano, per cui basta che si faccia spazio questo insaziabile desiderio che il gioco è fatto…..Lo scopo di satana è allontanare l’uomo da Dio e portarlo a se stesso, quindi esso agisce molto nell’uomo, e ha gran lavoro ogni giorno e ogni istante, basta veramente pochissimo, per farsi tentare anche per cose veramente da poco.
E per queste ragioni che bisogna ben guardarsi dai falsi profeti e dai falsi maestri che sembrano santi, ma santi non sono. Un vero profeta, non riceve ne chiede danaro, e chi glielo offre sempre lo rifiuta dicendo, di darlo hai poveri, di donarlo a chi ne ha bisogno, e un vero profeta vive di poco, si adatta, vive nella castità e non si sposa mai, perché Dio toglie ad esso/a qualsiasi desiderio di essere sposo o sposa, ma solo sposi di Cristo.
E se non vuole o non riesce divenir di Cristo per degli impedimenti, rimane a vita privata, e non si accompagna con nessuno, ma fa della sua vita un santuario.
Se il veggente non diventa santo, che veggente è?
Esso è preso per essere un esempio tra gli uomini, perché deve portare la parola di Cristo come Egli la lasciò e non cambiarla come qualcuno vorrebbe, inserendo cose inimmaginabili, anche fuori dalla volontà di Dio.
Oggi giorno diventa sempre più chiaro il divario tra chi crede senza aver visto e chi crede avendo visto, oggi giorno i primi sono i veri credenti, i secondi sono i fortunati ma questi sono anche quelli che vengono maggiormente tentati e alle volte cadono, ma se cadi poche volte, è passabile ma se cadi tutti i giorni no!
Oggi giorno è importante la fede, e non più tanto il miracolo.
Diventa essenziale il credere con certezza matematica in chi, non si è mai visto prima, aver una fede oggi significa essere veramente convertito e non solo a chiacchiere, conoscere bene la parola di cristo ed applicarla e non solo perché la domenica si sente a messa, ma perché si ama capire e conoscere.
…domani vedrò di finire…

IL TEMPO DELLA CONFUSIONE

IL TEMPO DELLA CONFUSIONE E DELL’ABBANDONO DI DIO.

 
fonte foto
Nel tempo in ci Satana opera nel mondo, l’uomo si sente oppresso da mille ansie, mille perplessità e mille dubbi, questa cari fratelli in Cristo è la sua subdola opera, per mettere fuori dalla vostra vita coloro che cercano di far comprendere saggiamente le parole di Cristo. Satana non vuole la salvezza dell’uomo, vuole però rendergli la vita pensante, sopratutto se voi, inseguite la tranquillità in un tempo di incertezze, come è quello presente. Egli opera in voi, per rendervi la parola di cristo pensanti e distanti, come qualcosa che non appartiene più alla vostra realtà, ma qualcosa che vi è entrato a noia, e tutto quello che è di Cristo lo vivete pesantemente, come un mattone, anche perché molti, si sentono spesso rimproverati da queste parole che Cristo ci lascia, e anche se da un lato dicono si è giusto dall’altro si ribellano perché le leggono come un oppressione, questo sentire non viene da voi ma da satana che istilla nelle vostre menti, il tarlo del dubbio, e istiga in voi la ribellioni, spingendovi a allontanarvi da chi cerca di far capire al mondo, ciò che Cristo voleva e vorrebbe da tutti noi.
Io capisco che le parole di Gesù sono difficili sopratutto da realizzare nella nostra vita, e che noi umani vorremo sentirci liberi anche da queste, e che non pesino su di noi come dei mattoni, eppure molti vivono così la parola di Cristo, perché fintanto che questa parola è bella edulcorata leggera e con messaggi soavi che non urtano più di tanto le nostre anime, tutti sono contenti e felici, ma quando queste diventano troppo ferme, troppi rimproveri allora l’idillio finisce, vi richiudete a riccio, e impedire a chiunque di entrare, specie la verità, preferendo messaggi e testi edulcorati anche se falsi ma vanno bene lo stesso, solo per non sentire e non vedere la realtà delle cose, e sopratutto la verità di Cristo quella vera, non quella che molti vi presentano edulcorata, profumata, alla quale tutti noi saremo ben propensi, alla quale siamo tutti subito pronti ad accettare, ma non accettiamo un Cristo ferreo. Un Cristo troppo vero, un Cristo che fa riflettere, non piace più, per cui entra nelle nostre vite satana e agisce in noi subdolamente portando tanta confusione che alla fine ci porta a chiudere tutti i battenti e a lungo andare si diventa sempre più tiepidi, sempre più impauriti, finché poi le porte si sprangano e anche si chiudono proprio a Dio. Fate attenzione, che scivolare nelle maglie di satana è molto più facile che far levitare una torta.
In questo tempo i servi satana aumentano la ribellione a Dio prolifera, e anche i cristiani si ribellano, perché vogliono costruirsi una fede morbida libera, e non sentire un Cristo che fa appelli urgenti alla conversione, anche parlando schiettamente a loro, i cristiani di oggi non vogliono più sentire nemmeno Cristo.
Questo è l’effetto distruttivo di Satana, sulle anime. Se un cristiano non capisce, è perché è già lontano da Dio.
Io capisco che non tutti i cristiani sono per la santità, ma per lo meno non gettino al vento tutto quello che hanno speso nelle loro vite, in sofferenze, patimenti e per il tanto bene che hanno riversato sul prossimo.
Ho sempre detto che la gente non deve leggere tutte le profezie del mondo, anche perché creano confusione e preoccupazione, non deve far grandi salti mortali, ma deve solo conoscere un po la parola del Signore farla propria e cercare nelle proprie possibilità di metterla in pratica, nella più ampia semplicità possibile, il Signore comprende i limiti di ognuno, sa fin dove possiamo e non chiede molto, solo quello di essere creduto, certo magari si vuole essere salvati, bisognerà far qualcosina, non chiede tanto, solo qualcosina. Però devo anche dire che se poi pretendete i più dovete mettere in conto che vi sarà dato per quello che avrete operato, non si può pretendere di aver tanto quanto altri che danno molto di più. Quindi tutto è commisurato a quando date, questo è il metro che Dio usa. Io velo devo dire, ma poi ognuno fa quello che vuole, cosa vuole, quando vuole. Non ho mai obbligato nessuno in nulla.
Forse alle volte i miei articoli sono un po complessi ma l’ho sempre detto, che lo sono, non l’ho mai nascosto. Ho sempre cercato di trasmettere la Verità, altro non m’interessa, forse capisco che questa verità al giorno d’oggi è diventata pesante soprattutto perchè il mondo confronta il suo status di vita con il resto della società e comunque sia vivendo noi in essa vorremo, si credere, ma altrettanto essere liberi, che vi devo dire, se non volete leggere non leggete, nessuno vi obbliga a farlo.

SBATTEZZATI SENZA FEDE!!!

I CRISTIANI SI SBATTEZZANO A CAUSA DEI PRETI PEDOFILI, MA QUAL FEDE C’E?
 
Questo articolo dimostra la stupidità dei credenti, si dico stupidità, perchè si mostra come i credenti, non credano in realtà in Cristo, ma nel prete, il credente non ha fede in Cristo, ha fede solo nel prete, Lo si comprende dal discorso fatto in questo articolo e dalla realtà che ci circonda, la gente non solo della Germania ma oramai di tutto il mondo schifata dal comportamento degli uomini di Chiesa, e hanno ragione, come dargli torto, si allontana dalla Fede, ma dimostrano di non aver fede in quel Cristo, ma nel prete. Perchè chi si allontana dalla fede in Cristo per sentirsi schifati dagli uomini di chiesa, significa che non hanno capito nulla di chi sia e chi fosse Cristo e nulla hanno compreso della sua parola.
Per questo il popolo agisce uscendo in massa dalla chiesa e chiedendo di essere sbattezzato, non comprende che quel Dio che li ha battezzati non centra nulla con il prete, perchè semmai quei preti prima di tutto hanno tradito Dio, quel Cristo che è morto e si è sacrificato anche per loro, quei preti sono tutti traditori di Cristo, perchè non hanno messo in pratica la sua volontà su i più deboli, sugli indifesi, ed anzi li hanno usati per le loro manie e perversioni. Ma sono i credenti che sbagliano, perchè sbattezzandosi essi condannano se stessi alla stessa fine di quei preti che un giorno potrebbero incontrare nell’inferno,  li ritroveranno allegramente tutti assieme, non credo che sia questa la loro volontà.
Sbattezzarsi perchì, per un prete pedofilo?
Per vendetta verso chi? Verso se stessi!
Si perchè certamente non fanno del male a Cristo, ma solo a se stessi, poveri umani, che non hanno capito nulla.
E qui ovviamente a dar man forte c’è la scienza, oltre che la massoneria. Ma il gran colpevole è solo uno, l’essere umano.
Il problema è che questi sbattezzamenti in realtà non sono valevoli, la chiesa non ha alcuna autorità nel togliere il battesimo, una volta dato rimane in eterno a vita, perennemente, semmai è proprio l’atto volontario di rinuncia a Cristo, che pone il soggetto contro Cristo, non serve lo sbattezzo, è una cretinata. Solo che, chi lo fa da Cristo viene considerato un Giuda, un traditore, uno che se dovesse morire in quello stato in cui si è posto, nessuno gli toglie la dannazione eterna, sbattezzato ufficialmente o non ufficialmente, non cambia il discorso, a meno che in extremis con vera contrizione chieda perdono, Cristo è sempre disposto a perdonare tutti, se c’è vero pentimento. Non come qualcuno dice, che Dio perdona tutto, senza neppure un atto di contrizione, no, vi stanno mentendo!!!
 
Chi butta Cristo, apre la porta a Satana!!!
 

Satana secondo Don Amorth

Bonolis intervista Amorth
Che sia stato uno dei maggiori, famosi e bravi esorcisti, nessuno dice nulla.
Ho seguito i due video proposti, in questo video qui sotto, in entrambi è tutto giusto quello che afferma Amorth, tranne le ultime due risposte,  su due domande sibilline di Paolo Bonolis.
Al minuto 8:35 si sente: (sintetizzo)
Bonolis fa la domanda: “Perchè il diavolo sceglie alcune persone e altre no?”
Amorth: “Il dominio ha una piccola possibilità di scelta. Sceglie quelle persone che secondo lui sono più utili alla sua causa”
 
Ma la domanda consequenziale sarebbe, come fa  a sceglierle su che base le sceglie?
Dire che sceglie le persone più utili a lui, non è una grande risposta, non chiarisce ne spiega, è molto vaga.
Per rispondere a questa domanda bisogna porsi un pensiero, cosa si prefigge il maligno, qual’è il suo scopo? 
Prima di tutto sottratte anime sante a Dio, questo è lo scopo principale, perchè sono queste che egli teme, sono queste che favoriscono la sua rovina. Rapire e corrompere le anime sante!
Ma per capire bene la questione, dobbiamo leggere il vangelo, quando Gesù parla di questo argomento, dicendo che il posseduto una volta liberato, il maligno va errando per il deserto, senza meta, poi quando torna, trova la casa bella, limpida, pulita, e va chiamare altri 7 come lui, questo cosa ci fa capire, che il maligno non cerca persone possedute o malvagie, ne persone che sono predisposte a essere malvagie, no Egli cerca persone che hanno l’anima pulita, sono bianche, belle splendenti, ma che non hanno ancora una protezione su se stesse, cioè sono ancora un po incerte, per quanto siano ben disposte verso Dio, si perchè la casa “anima” bella pulita non si determina in tre secondi, ci vuole tempo, e questo fa capire, che il demonio si aspettare il momento di fragilità di un anima pia.
Per poi ritornare ad essere padrone di questa, insozzare le loro anime, e usare quella persona, come amo da pesca per attirare a se altri, dato che senza ombra di dubbio altra gente pensa che quella persona sia un brava persona, lo era prima di divenire di satana, ma nessuno lo sa che è diventata vittima del demonio causa una sua fragilità. Per cui il Maligno non cerca chiunque, e non cerca persone maligne, e non cerca persone a lui utili, ma solo persone buone, che amano Dio, ma che in quel momento della loro esistenza sono fragili, cadono nel peccato, quello è il momento per entrare e possederle, questa è la motivazione che lo muove verso alcune e non altre, bisogna anche dire che le possessioni, vessazioni, etc, sono più di quelle che si pensa, si perchè non esiste solo il posseduto terminale, cioè colui che manifesta tangibilmente e visibilmente la possessione; esiste anche una serie di altri soggetti che sono posseduti in maniera estremamente lieve, per cui non manifestano nulla, e spesso vanno pure a messa perchè la chiesa suscita fascino verso un posseduto, è una sfida che satana fa sempre verso Dio, per altro senza manifestare sintomi di possessione, se non lievissimi, come sbadigli, sonnolenza durante la messa, cose da poco, confondibili con vera stanchezza, stress, eppure ci sono, ma spesso non manifestano neppure i sintomi di una malattia psichica, anzi alle volte sembrano assai intelligenti tanto da superare brillantemente ogni test di psichiatri atei, per esempio persone predisposte ad essere maligne, spesso sono indotte non da se stesse, perchè non esiste nessun essere umano che è maligno, siamo indotti ad esserlo, perchè il maligno ci prende in quell’istante.
Quindi la scelta cade sempre sulle persone migliori, che hanno una conoscenza di Dio superiore, e che hanno una predisposizione ad essere “sante” queste sono quelle che il maligno predilige maggiormente. Le altre le usa, senza nemmeno possederle, perchè sa già che esse sono lontane da Dio e non ne bisogno di sprecarsi molto, taluni invece li prende e li usa se occupano posizioni di potere in ogni ordine e grado, ma ripeto per lui la sua vittoria è quella di ottenere un numero consistente di anime sante.
Al minuti 10:10
 
P.Bonolis: “Perchè in altre religioni non ci sono forme di possessione demoniaca?”
 
Amorth: ” Domande meravigliosa, le possessioni diaboliche ci sono dappertutto,  ci sono sempre state,  nella altre religioni…. e nelle altre religioni hanno delle forme di esorcismo in base alla loro cultura, andiamo nei popoli primitivi selvaggi si saranno rivolti allo stregone…ci sono state possessione diaboliche ma in tutte le culture..ci sono delle formule per essere liberati dal demonio”
In sintesi è questa la risposta di Don. Amorth, mi perdoneranno i sostenitori di Amorth ma devo dire alcune cose, intanto senza che lui ne se accorgesse il fatto che abbia espresso quella sicurezza quasi contentezza ha permesso al maligno di trarlo in inganno, come vedete anche un esorcista può caderci …non è scevro di perfezione neppure lui… specie perchè ha già una certa età e la mente non è più limpida e ne chiara.
 
Vi dimostro che il discorso è imperfetto…e anche con una connotazione “eretica”, diciamo che si è un po confuso.
P.Bonolis: “Perchè in altre religioni non ci sono forme di possessione demoniaca?”
 
Fino a qui tutto giusto: “le possessioni diaboliche ci sono dappertutto,  ci sono sempre state,  nella altre religioni.”
 
 
Questa parte cos’ha che non va?
“e nelle altre religioni hanno delle forme di esorcismo in base alla loro cultura, andiamo nei popoli primitivi selvaggi si saranno rivolti allo stregone…ci sono state possessione diaboliche ma in tutte le culture..ci sono delle formule per essere liberati dal demonio”
 
Se sono un esorcista e ammetto che le altre culture, possono aver avuto uno stregone che con formule magiche libera un anima dal demonio, e dico che sono tutte valide faccio si che indirettamente dico che esistono altri dei oltre a Dio, è si! In sostanza, ammetto che non esiste solo Dio. Perchè ammetto che gli stregoni credono in divinità che gli danno la facoltà di liberare i demoni, questo pensiero ad Amorth gli è stato indotto dal Demonio, per dimostrare quanto sia facile che un qualsiasi prete preso troppo dalla vana gloria, possa essere anch’esso preda di satana, e questa frase di Amorth dimostra proprio questo. Amorth senza accorgersene ha perso quell’umiltà, che lo proteggeva da Satana, e ha permesso senza rendersene conto a satana di affermare un concetto contro Dio.
Poco prima nel discorso dice che la magia è tutta male, bianca e nera, quindi tutti i praticanti della magia, sono nel male, anche gli stregoni, ovviamente. Per cui come può asserire che uno stregone libera con formule magiche dei posseduti, non può, perchè come disse Gesù, Satana non libera satana. Cosa significa, che quegli stregoni, che quelle religioni non Cristiane anche se praticano riti d’esorcismo, ma i loro esorcismi non liberano proprio nessuno, satana fa credere loro di averli liberati, ma in realtà sono tutti posseduti, o meglio dire che alle volte non avendo bisogno di queste religioni, satana nemmeno se cura di loro, anzi gli da tutto quello che gli serve pur di stare lontani da Cristo! Perchè non gli interessa possedere persone che appartengono a religioni che sono già condannate alla fornace eterna, perchè questa è la verità!
Per cui rispondendo alla domanda di Bonolis io avrei detto così:
Satana non possiede coloro che appartengono a culture e religioni già sue, satana è interessato solo a possedere e a distruggere i battezzati in Cristo, siamo noi i suoi nemici, non gli altri, per cui gli altri non hanno problemi di possessioni, se non proprio qualcuno eccezionalmente che magari vorrebbe seguire la strada di Cristo, allora viene posseduto prima che si liberi dalla sua schiavitù.
 

Oltretutto Amorth sbaglia anche quando dice, che gli spiriti non hanno un aspetto, non è affatto vero, uno spirito deve aver un qualche aspetto, o di nube, o di qualcosa di indefinito, ma dato che la in apocalisse Giovanni lo descrive anche se metaforicamente parlando come un enorme drago o serpente un aspetto c’è, non possono gli spiriti non possedere un forma propria, come si distinguerebbero tra di loro, sarebbe impossibile.

Se si torna alla Genesi e si legge come Dio fece l’uomo, basta leggere come noi siamo fatti ad immagine e somiglianza di Dio, significa che Dio ha l’aspetto di un uomo, ma anche ogni suo angelo assomiglia ad un umanoide come minimo, per cui dire che un essere spirituale non ha una forma corporea è sbagliato, solo perchè questi sono di una forma di energia diversa dalla nostra, ma non significa nulla, e anzi in questo Amorth  dimostra che ignora cosa sia realmente uno spirito, perchè non sa darne una definizione, non lo comprende e non conosce così bene le scritture perchè in altri esorcismi Satana dice che tutto quello che vi è nell’ A.T e N.T è tutto vero, per cui Amorth non può asserire cose diverse da quello che perfino Satana ammette. Che poi possano prendere la forma di qualsiasi cosa essi vogliano, ma ovvio sono esseri spirituali possono modellare la natura materiale come essi vogliono, e adattarsi a questa con una facilità estrema; essi fuggo alle leggi fisiche del nostro mondo, proprio perchè sono spiriti.

Fa delle affermazioni che quasi sembrano fuori da quello che è il vero Credo della Sacra Scrittura, io qualche volta rimango un po perplesso.

 
Quando un esorcista perde la limpidezza dei sui pensieri non dovrebbe neppure mostrarsi, perchè l’essere orgogliosi, delle prodezze non tue, significa cadere dritto nelle mani di Satana.
Anche i santi imprudenti hanno scivolato, tutti gli umani presto o tardi scivolano.
Questo dimostra che anche un grande esorcista può cadere, perchè è un attimo credersi arrivati.